Kjaer: "Non avevo mai sofferto un infortunio tanto grave. La società e i compagni mi sono stati vicini"

06.08.2022 08:12 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Kjaer: "Non avevo mai sofferto un infortunio tanto grave. La società e i compagni mi sono stati vicini"
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Nell'intervista rilascia a SportWeek, inserto settimanale della Gazzetta dello Sport, Simon Kjaer ha parlato così del suo grave infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori per gran parte della scorsa stagione: "Non avevo mai sofferto un infortunio tanto grave e per la prima volta nella mia carriera dovevo affrontare un periodo in cui avrei lavorato da solo, lontano dal resto del gruppo. Mia madre mi disse: fai finta di essere un eremita, uno di quelli che vivono nella foresta, separati da tutto e tutti. Io mi sentivo proprio così. Sì, la società mi stava vicino, i compagni mi scrivevano incoraggiandomi, ma alla fine ero io a dovermi alzare alle 8 del mattino tutti i giorni per lavorare fino alle 8 di sera: terapia, rieducazione, da solo insieme al fisioterapista. Allora mi sono detto, se sembro un eremita, che sia così: taglierò la barba solo quando tornerò a lavorare con la squadra".