Mercato Milan, il ruolo sempre più importante di Hendrik Almstadt

20.02.2020 15:27 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Mercato Milan, il ruolo sempre più importante di Hendrik Almstadt

Si conosce poco della figura di Hendrik Almstadt, dirigente tedesco fortemente voluto da Ivan Gazidis un anno fa al Milan. Eppure col passare del tempo Almstadt è diventato un uomo sempre più importante nelle decisioni di mercato del club, partecipando attivamente alle scelte sui giocatori.

CHI E’.  Approdato in rossonero nel gennaio del 2019, Almstadt è da considerarsi il braccio destro dell’amministratore delegato. Si occupa dei budget per gli acquisti ed è specializzato nell’analizzare i giocatori individuati sul mercato. L’uomo fidato di Gazidis in passato è stato il direttore delle relazioni con i giocatori del PGA European Tour, l'organizzazione che gestisce i tre principali tour professionistici maschili di golf in Europa. Ha ricoperto l'incarico di direttore sportivo all'Aston Villa, in cui faceva scouting, e ha conosciuto Gazidis nella sua esperienza quinquennale all’Arsenal. Ai Gunners ha lavorato sullo sviluppo del settore giovanile (infatti al Milan è in stretto contatto con Geoffrey Moncada, altra figura chiave per Gazidis), si è specializzato nell’analisi dei dati sui giocatori da prendere in prima squadra, sulla gestione dei contratti e il bilancio finanziario.

ASCESA. Dopo sei mesi di “apprendistato”, dopo il mercato estivo ha acquisito un certo peso nel club, soprattutto agli occhi di Gazidis, e durante il mese di gennaio i suoi suggerimenti e le sue idee sono state parecchio ascoltate dall’A.D. Non sempre il suo punto di vista è stato condiviso da Boban e Maldini, infatti alcune operazioni sono state avallate e altre no (per questioni di budget e di valutazione tecnica), perché tendenzialmente vorrebbe importare in Italia una filosofia innovativa sul modo di fare calcio. E data la sua nazione d’origine, qualcuno accosta l’idea Ralf Rangnick proprio al dirigente tedesco (per ora voci smentite dalla proprietà). Ma Almstadt e Gazidis sono in totale sintonia e nel corso delle ultime settimane le idee del manager ex Aston Villa sono sempre più considerate all’interno del club.

di Antonio Vitiello