Milan, derby amarissimo ma bisogna subito ripartire: obiettivo entrare nelle prime quattro

21.02.2021 19:30 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Milan, derby amarissimo ma bisogna subito ripartire: obiettivo entrare nelle prime quattro

La delusione è cocente, la tristezza è tanta ed è inutile negarlo: perdere il derby fa male e l’emotività è impossibile da contrastare. Arrabbiarsi e dispiacersi è giusto e normale ma le emozioni non devono travolgere l’obiettività di un analisi lucida. La forza di una squadra e di un gruppo non si giudica da una sola partita ma da un percorso che è composto da momenti positivi e da momenti negativi. E’ corretto cavalcare l’altalena emotiva, sia nel bene che nel male, ma è giusto contrastare la sua forza con l’altrettanta importante voglia di reagire. Il Milan è in un momento di flessione, come è normale che sia in un calcio denso di impegni, ma al tempo stesso sa che non può permettere di fermarsi perchè come dice un famoso proverbio: “Chi si ferma è perduto”.

ANALIZZARE E RIPARTIRE - I tanti impegni nel breve periodo non lasciano spazio a troppi momenti di riflessione. Riflettere è importante ma al tempo stesso lo è non lasciarsi investire dal vortice di pensieri negativi. Riflettere poi è diverso da analizzare. Già da domani sia il gruppo squadra che lo staff di Pioli sono pronti alle analisi di una partita e di un momento negativo che deve essere trasformato in positivo. Come? Con l’impegno e il duro lavoro, gli ingredienti che hanno portato il Milan ad un inizio di stagione incredibile e meritato. Le parole di Pioli in questo senso riassumono perfettamente il concetto: "Non è stata una settimana positiva. Dobbiamo andare in profondità sulle situazioni che non hanno funzionato. Dobbiamo tornare a giocare come sappiamo e dobbiamo essere bravi a capire che il nostro percorso è fatto anche di questi momenti che devono essere affrontati con equlibrio. Ora dobbiamo dimostrare di essere forti. Oggi abbiamo fatto una partita seria al di là del risultato"

NO AL DISFATTISMO - Che sia doveroso non essere contenti di una sconfitta è un concetto scontato così come lo è non essere soddisfatti di prestazioni non all’altezza del recente passato. La rabbia morale, tuttavia, non deve essere trasformata in disfattismo. Il Milan, nonostante il ko nel derby, è in piena corsa per l’obiettivo di inizio stagione: entrare nei primi 4 posti. L’amarezza è comprensibile, il momento non è facile per le 2 sconfitte di fila ma ora i rossoneri dovranno ricompattassi per ripartire in un campionato e in una stagione fin qui positiva.