I migliori in campo. Un 7-0 mortificante. Non mi hanno convinto le scelte iniziali. Zaniolo più lontano

25.01.2023 00:00 di Carlo Pellegatti   vedi letture
I migliori in campo. Un 7-0 mortificante. Non mi hanno convinto le scelte iniziali. Zaniolo più lontano
MilanNews.it

Queste righe dalla sala stampa dell’Olimpico. Il Milan perde 7-0 nei 180 minuti piu’ brutti negli ultimi tre anni. Milan-Inter e Lazio-Milan sono state un’unica partita. Due tiri in porta e un florilegio di occasioni da parte delle squadre avversarie. Che cosa stia succedendo e’ la domanda che sta arrovellando tutti i tifosi del Milan. A proposito apro una parentesi. I migliori in campo oggi sono stati i meravigliosi, commoventi tifosi della curva. Da brividi il loro coro infinito, impetuoso, emozionante sul 4-0 per la Lazio. Un tesoro che il Milan non deve assolutamente disperdere. Sarebbe la sconfitta piu’ grave e dolorosa. Tornando alla partita,non mi  hanno convinto le scelte iniziali di Stefano Pioli. Il tecnico milanista ha riproposto lo stesso centrocampo e lo stesso attacco di Riyad. Premesso che e’lui a guidare gli allenamenti e conoscere a fondo la forma dei suoi uomini, ero convinto che  cercasse di compattare la  squadra  con l’inserimento di Saelemaekers a destra e Pobega dietro Giroud. All’Olimpico era importante non prendere gol, ridare fiducia a una difesa troppe volte in difficolta’ nelle ultime partite. Ripresentare gli stessi visti in Supercoppa, pensavo, prima del match, che rappresentasse un rischio enorme. Purtroppo la partita mi ha dato ragione. Oggi il Milan ha perso purtroppo tutte le qualita’ che avevano contraddistinto il cammino fino all’87 minuto di Milan-Roma. Organizzazione, autostima, spirito combattivo, voglia di stupire , di divertire e di emozionare. Oggi scendono in campo undici giocatori, non scende in campo una squadra.  Paolo Maldini ha ribadito che la linea della sostenibilita’ non permetta  investimenti su giocatori gia’ affermati e quindi costosi , ma piuttosto spinga alla ricerca dei prospetti. E’ una politica che aiuta il bilancio, ma rischia di compromettere l’ ascesa del progetto, in caso di valutazioni sbagliate sui  piu’ giovani acquisti. E’ una ipotesi che deve essere sempre tenuta  in considerazione. Il futuro? Giocando come nelle ultime due partite e mezzo, dignitoso il secondo tempo di Lecce, non si va certo lontano. Ora la testa deve andare sul mantenimento della posizione Champions e sul tentativo di superare il Tottenham. Oggi sembra una impresa da Himalaya a mani nude. Mancano tre settimane e speriamo che Pioli, con l’aiuto di Maldini e Massara, possa trovare le soluzioni. 

Chiudo con la questione Zaniolo. Oggi il Campione giallorosso appare piu’ lontano. Sembra che la Roma nemmeno prenda in esame l’offerta del Milan . Vediamo che cosa succedera’ nei prossimi giorni. Mi ero illuso e sono triste!