L’idea del Milan per il trequartista. E se ci fosse un ritorno a centrocampo? Kessie sarà il segnale del club

23.06.2021 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
L’idea del Milan per il trequartista. E se ci fosse un ritorno a centrocampo? Kessie sarà il segnale del club
MilanNews.it

Il Milan non è rimasto sorpreso dell’addio di Calhanoglu, i segnali sul rinnovo contrattuale nelle ultime settimane erano negativi. E se il povero Eriksen non avesse avuto il problema cardiaco, Calhanoglu non avrebbe avuto offerte, soprattutto dopo un europeo disastroso. Dunque a Casa Milan c’è serenità e i piani non sono cambiati perché l’addio era stato messo in preventivo. Ma chi si aspetta l’arrivo immediato di un sostituto dovrà pazientare un po' perché la strategia del club porta a due soluzioni. O arriva una super occasione inaspettata nelle prossime ore, oppure il Milan aspetterà gli esuberi estivi delle big in Europa e si farà trovare pronto. Giocatori che non sono più centrali nei loro club di appartenenza, dove ora però hanno un costo e tra qualche settimana potrebbero essere ceduti in prestito a causa di rose sempre più affollate.

Il panorama europeo offre diverse soluzioni in quella zona del campo, la bravura sta nel cogliere la migliore scelta. Le conferme arrivano su diversi profili che piacciono, come Ziyech (al momento uno dei preferiti), Ceballos, Sabitzer, James Rodriguez e diversi altri elementi che la società tiene sott’occhio. Naturalmente al momento non ci sono vere trattative, ma una lista di gradimento che può diventare qualcosa in più tra qualche giorno. Contatti dal vivo e telefonate sono molto frequenti, ma l’affondo probabilmente arriverà più avanti quando i club dovranno iniziare a vendere.

Apprezzabile la linea del Milan, sempre coerente con la linea sul contenimento dei costi degli ingaggi. Prima si legge che i procuratori ricattano le società con cifre folli (vedi i 12 mln a Gigio), poi appena un club prova a fronteggiare il problema si becca i fischi dai propri tifosi. Mistero. Ma dopo aver perso Calhanoglu e Donnarumma a parametro zero servirebbe uno sforzo per Franck Kessie. In effetti dalla proprietà è sempre arrivata la volontà di voler trattenere un elemento fondamentale, non è mai stato messo in discussione il rinnovo dell’ivoriano. Parte dei soldi risparmiati dagli ingaggi di Donnarumma e Calhanoglu verranno versati al centrocampista, autore di una stagione incredibile. Il leader della mediana merita senza dubbio un ritocco salariale. Attualmente percepisce 2,2 milioni, i rossoneri nell’ultimo incontro con l’agente avevano proposto quasi 4 milioni mentre Franck ne chiede sei. C’è ancora da trattare ma il Milan vuole assolutamente blindare Kessie. Non ci stupiremo se la prossima mossa del club fosse quella del rinnovo del mediano, come simbolo e risposta mediata alle critiche (forse eccessive) delle ultime ore.

Potrebbe esserci un ritorno di fiamma a centrocampo. Il nome di Bakayoko è ancora forte nei corridoi di Casa Milan, e la situazione contrattuale con il Chelsea rende l’affare appetibile. Il francese ha solo un anno di contratto e non è mai rientrato nei piani della società londinese. Nelle ultime stagioni è sempre andato via in prestito, due volte in Italia tra Milano e Napoli, e potrebbe farlo ancora. La conferma è che Bakayoko piace ancora al Milan, chissà se nel corso dell’estate possa verificarsi un ritorno. Potrebbe essere il sostituto di Kessie nella stagione del ritorno in Champions. Un invito ai tifosi: serve calma e pazienza, il mercato chiude tra due mesi. Poi sarà tempo di bilanci.