Milan, stop ai catastrofismi. Tomori entusiasta di Milanello. Le offerte economiche a Gigio e Calhanoglu…

17.02.2021 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonio Vitiello
Milan, stop ai catastrofismi. Tomori entusiasta di Milanello. Le offerte economiche a Gigio e Calhanoglu…

Tutto serve da lezione. Errare è il modo migliore per crescere e il pesantissimo ko contro lo Spezia servirà al Milan per non ripetere più l’errore di sottovalutare gli impegni che sulla carta sembrano abbordabili. La partita contro i liguri è stata totalmente sbagliata, novanta minuti in cui non ha funzionato nulla. Perdere una partita in questo modo è doloroso per la tifoseria e per la squadra, ma nulla è perduto. Con ancora 16 giornate da disputare tutto è possibile, e nonostante ciò nelle ultime ore abbiamo assistito a qualche manifestazione di sfiducia troppo eccessiva nei confronti di un Milan che da un anno viaggia come un treno, essendo la squadra che ha totalizzato più punti. Dal post lockdown in poi i rossoneri hanno perso solo tre partite in campionato, tra cui due contro squadre difficili come Juventus e Atalanta. Nel primo caso c’è l’attenuante delle assenze (ben 7 contro i bianconeri), mentre contro i bergamaschi è sempre difficile giocare, e quando la formazione di Gasperini è in serata è complicato per tutti. L’unica vera debacle è contro lo Spezia, perdere con una neopromossa può essere umiliante ma il giorno dopo la sconfitta si riparte, a testa alta. A Milanello sono consapevoli della brutta figura e non vedono l’ora di reagire sul campo, in primis in Europa League ma nello specifico in campionato contro l’Inter. Catastrofismo eccessivo, il campionato è una maratona e ci sono passaggi a vuoto per tutti. Naturalmente il 2-0 del Picco va analizzato nel dettaglio per evitare ulteriori sbandamenti, ma fa parte del processo di crescita di una squadra.

Fikayo Tomori è innamorato di Milano e di Milanello. L’esperienza fin qui nel mondo rossonero è stata positiva sul campo, in quanto le sue caratteristiche in rosa sono uniche e si è fatto trovare subito pronto, ma c’è anche l’aspetto ambientale a convincerlo sempre di più della bontà della scelta fatta a gennaio. Tomori non ha esitato un istante quando è arrivata la telefonata di Paolo Maldini, ma non pensava di vivere un ambiente così positivo e coinvolgente. Il ragazzo è ben visto da tutto lo spogliatoio, sempre disponibile e con tanta voglia di apprendere la lingua italiana e la tattica proposta da Pioli. La dirigenza ha faticato tanto per strappare un diritto di riscatto dal Chelsea e prima dell’estate si comincerà a parlare del suo acquisto a titolo definitivo. Ma ora è presto perché Tomori vuole godersi questa grande esperienza al Milan e la società è concentrata sul campo e sui rinnovi.

In ogni intervista il Milan continua a pronunciarsi con fiducia sul rinnovo di Donnarumma e Calhanoglu. Maldini lo avrà detto decine di volte, stessa cosa per Massara e Gazidis, da Casa Milan il concetto è sempre lo stesso: “Siamo sereni. Stiamo lavorando in maniera proficua e siamo fiduciosi, i ragazzi sono molto legati al Milan”. In effetti il Milan ha già presentato le offerte agli agenti dei due giocatori. Il turco guadagna attualmente 2,5 mln di euro netti e il Milan ha alzato a 4,5 compreso di bonus, quasi il doppio. C’è ancora distanza di un milione e mezzo e nelle prossime settimane si proverà a limare queste differenze. Stessa cosa per Donnarumma, che attualmente percepisce 6 milioni di euro. L’offerta del Milan è di 7,5 mln per cinque anni, con bonus che porterebbero la cifra a 8 milioni. Raiola chiede più soldi e una durata inferiore. Fino alla fine gli agenti dei due giocatori proveranno a strappare le condizioni economiche migliori per i due ragazzi, ma si parte sempre dalla volontà di proseguire insieme. Altrimenti avrebbero già firmato per altre squadre o si sarebbe andato allo scontro. Invece il dialogo prosegue con la fermezza di trovare un accordo. Gigio e Calha vogliono rimanere e il Milan vuole proseguire con loro.