Un esordio diverso. Leao, il Milan alza la proposta. Il salto anche in Champions

06.09.2022 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Un esordio diverso. Leao, il Milan alza la proposta. Il salto anche in Champions
MilanNews.it

Quest’anno sarà diverso. Il Milan in Champions League ha tutte le carte in regola per fare strada e arrivare a superare il girone, serve la stessa fame e determinazione vista sabato scorso contro l’Inter. Un anno fa la storia era completamente diversa, sia per la caratura degli avversari ma soprattutto per la consapevolezza che il Milan ha attualmente nei propri mezzi. Pioli si è preso ancora qualche ora per sciogliere gli ultimi ballottaggi ma dovrebbe essere grosso modo la stessa formazione che ha vinto il derby con un cambio, ovvero Saelemaekers al posto di Messias. Stasera a Salisburgo la prima partita di un girone alla portata del Milan, a patto che la squadra di Pioli scenda in campo concentrata. Guai a sottovalutare l’avversario, in Champions nessuna squadra regala la partita. Il Milan vuole arrivare agli ottavi, sia per una questione d’immagine che di risultati sportivi, e chi ben comincia è a metà dell’opera.

Il Milan deve tornare a dominare anche in Champions, servirà tempo, ma la strada è quella giusta. La risalita è avvenuta prima in Italia, e l’andamento dei rossoneri negli ultimi mesi è nettamente positivo, ora il salto deve avvenire anche in Europa.

Nel frattempo la dirigenza sta studiando un modo per trattenere Rafael Leao. Presto ci sarà una nuova proposta economica a Jorge Mendes per cercare di avvicinarsi alla richiesta di sette milioni di euro. D’altronde il Milan ha resistito agli interessamenti del Chelsea, non ha mai fatto filtrare l’idea di poter cedere Rafa, e infatti non c’è stata una vera trattativa tra le parti. Proprio perché i rossoneri sono stati categorici: Leao non si muove. Ora però tocca rinnovarlo, altrimenti sarà tutto inutile. Maldini e Massara vorrebbero proporgli un rinnovo a cifre importanti, e migliorare l’offerta di 4.5 fatta a febbraio scorso. Inoltre c’è anche una questione di tempistiche. Strappare il prolungamento prima del Mondiale sarebbe la mossa migliore per evitare rischi. Dunque i mesi di settembre e ottobre saranno cruciali per rinnovare il giocatore più forte della rosa. Rafa ha dimostrato di esserlo, per l’ennesima volta, anche contro l’Inter. Doppietta e assist nel derby capita solo a chi è davvero forte.

Dall’infermeria notizie positive e negative. Tra non molto il Milan comunicherà i tempi di recupero di Florenzi e le sensazioni non sono per nulla buone. La dimostrazione d’affetto durante il derby, con l’esposizione della maglia numero 25, è la prova che purtroppo il quadro non è roseo. Krunic invece dovrebbe tornare presto in gruppo dopo lo stiramento al retto femorale sinistro,  mentre Rebic sta contando i giorni per smaltire il problema alla schiena e tornare arruolabile. Sarebbe importante anche per dare cambio a Leao.