Udinese, Sottil: "La sconfitta con il Milan ha lasciato rammarico"

19.08.2022 16:50 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA
© foto di ANSA

(ANSA) - UDINE, 19 AGO - "Mi sono confrontato coi ragazzi sulle cose da migliorare e su come perfezionare ciò che hanno fatto bene a Milano. Il lavoro si è concentrato su carico fisico e intensità, per potenziare la condizione generale della rosa. Sono contento di come la squadra ha affrontato questi giorni. Ci avviciniamo all'esordio casalingo con grande concentrazione e determinazione". Lo ha affermato, alle telecamere di Udinese Tv, il mister Andrea Sottil alla vigilia della sfida con la Salernitana. "Sarà battaglia aperta, perché c'è voglia di fare una grande prestazione e cercare di conquistare un risultato importante contro una squadra rocciosa, che gioca un calcio molto pratico - ha aggiunto - La sconfitta con il Milan ha lasciato rammarico, ma anche consapevolezza che è stata fatta una buona prestazione. Non tutti vanno a Milano a fare due gol e creare occasioni importanti in area. Dalle sconfitte bisogna imparare e ripartire, non commettendo più determinati errori e migliorandosi". Il tecnico si è soffermato sull'importanza dell'esordio casalingo: "È sempre bello avere i propri tifosi a sostenerti, il calore del tifo bianconero lo conosco bene e la Dacia Arena si presta a sentirlo. Sono convinto che domani ci sarà tanta gente per sostenere i ragazzi e cominciare bene, tutti quanti, il percorso casalingo". L'infermeria si sta svuotando. "Arslan sta bene - ha confermato l'allenatore -, si è integrato nella settimana di allenamento ma deve riprendere il ritmo partita. È un giocatore di grande esperienza ed affidabilità. Quando recupero calciatori sono sempre contento, perché sono tutti indispensabili per l'obiettivo comune, ognuno con le proprie caratteristiche, il proprio vissuto e la sua esperienza nel proprio ruolo. Sono contento per lui e anche che Beto abbia messo un'altra settimana di lavoro intensa nelle gambe". A disposizione anche Udogie - rientrato dopo aver firmato il contratto con il Tottenham, in cui militerà dal prossimo anno - e Nuytinck, che aveva avuto un permesso per la nascita del figlio. (ANSA).