MN - Primavera, Giunti: "E' stata la partita che speravo, complimenti ai ragazzi per l'atteggiamento. Gattuso? E' sempre lo stesso"

12.01.2019 13:23 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 17567 volte
Fonte: dal nostro inviato, Thomas Rolfi
MN - Primavera, Giunti: "E' stata la partita che speravo, complimenti ai ragazzi per l'atteggiamento. Gattuso? E' sempre lo stesso"

Dopo l'esordio con vittoria sulla panchina della Primavera del Milan contro la Sampdoria, Federico Giunti ha dichiarato ai microfoni di Milannews.it: 

Sulla vittoria: "E' stata la partita che speravo. Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi per l'atteggiamento che hanno avuto in questo periodo. Sono stati bravi a non prendere gol. Ora dobbiamo iniziare a pensare già alla prossima partita, dobbiamo ritrovare continuità di risultati".

Sul ritorno al Milan: "Non poteva capitarmi di meglio. Devo rimettermi in discussione, dobbiamo sistemare qualche lacuna, senza tralasciare niente".

Su Gattuso: "E' sempre lo stesso. Non è cambiato. Oggi mi ha concesso tre giocatori che si allenano con loro, lo ringrazio per questo".

Sul ritorno di una panchina della Primavera: "Bisogna applicare le proprie conoscenze alla categoria. Questa squadra ha caratteristiche ben precise, è abituata a giocare la palla, ma deve migliore in fase di non possesso".

Su Daniel Maldini: "Faccio i complimenti a tutti e tre gli attaccanti, soprattutto per il sacrificio. Se vogliamo giocare con tre attaccanti è fondamentale fare tutti la fase difensiva. Il secondo gol è l'esempio perfetto di quello che sto dicendo: abbiamo recuperato palla e poi fatto gol".

Sulla prima squadra: "Siamo tutti con loro, speriamo che riescano a fare il massimo. C'è la Coppa Italia stasera, poi la Supercoppa e il campionato. Ci sono tante partite per rifarsi dopo un periodo un po' complicato".

Sulla prossima gara contro la Fiorentina: "E' atteggiamento che fa la differenza. La partita è lo specchio di quello che fai in settimana. Io non sto addosso ai ragazzi, ma quando entrano a Milanello devono dare il massimo della disponibilità".

Su Capanni: "Era stanco, nessun problema. Ho la fortuna di avere tante soluzioni davanti".