Il Milan non passa al Vinovo: 4-0 per la Juventus che allunga in classifica

07.03.2021 14:58 di Miriam Suppa Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Il Milan non passa al Vinovo: 4-0 per la Juventus che allunga in classifica

Per chi ama il calcio questo non è un giorno come un altro. È il momento del big match Juventus – Milan, la sfida al vertice tra le prime due in classifica, valida per la quindicesima giornata di Serie A femminile. Risultato troppo amaro per le rossonere: poker della Juventus che allunga sul Milan a + 6 e va a quota 45 in classifica.

Nonostante la sconfitta, Juventus – Milan è sicuramente uno dei match più attesi della stagione. Ad infiammare ancora di più gli animi rossoneri era stato il rinnovo di qualche giorno fa di mister Ganz fino al 2022. Da quando è subentrato sulla panchina rossonera (nella stagione 2019-2020), Ganz ha collezionato in totale 36 partite, di cui 27 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte. In queste gare, la squadra ha segnato 83 goal e ne ha subiti 31, e attualmente è solo seconda in classifica con 39 punti.

La scorsa stagione la squadra di Mister Ganz aveva collezionato numerosi risultati positivi, tra i quali la vittoria nel derby e il poker al Tavagnacco. Una stagione quasi perfetta, fino all’annuncio della sospensione del Campionato di Calcio Femminile, in seguito allo scoppio della pandemia di COVID-19. L’8 Giugno 2020 arriva infatti lo stop definitivo della competizione sportiva e viene considerata la classifica al momento della sospensione del campionato. Le rossonere, con 35 punti (al pari con la Fiorentina), non raggiungono il secondo posto a causa della differenza reti media con la viola e vedono sfumare il sogno Champions.

Nella stagione 2020-2021 la squadra di Ganz riprende il campionato con la stessa grinta della stagione precedente. Arrivano anche tanti rinforzi durante la sessione di calciomercato estiva, quali Agard, Spinelli, Šimić e Dowie, rendendo la rosa ancora più competitiva. Milan che vince le prime 3 gare del girone di andata, fermate solo dalla Juventus alla quarta giornata. Si tratta dell’unica nota stonata, visto che le rossonere riescono ad aggiudicarsi tutte le altre gara, sbancando contro l’Inter (4-1) e travolgendo la Pink Bari per 6-1, grazie alla doppietta del capitano Valentina Giacinti, Hasegawa (arrivata durante la sessione di calciomercato invernale) e le reti di Bergamaschi e Dowie.

Archiviata con successo la quattordicesima giornata di Serie A, è tempo di pensare al big match al Vinovo contro le ragazze di Rita Guarino. Situazione di equilibrio tra le due squadre nei primi minuti di gara, con la Juventus vicino al goal al 2’: contropiede di Cernoia e lancio per Bonansea, che però è in fuorigioco. Ottima partenza di Dowie che al 5’ cerca la rete del vantaggio con un numero sulla trequarti e passaggio a Giacinti che non riesce a metterla in rete. Al 8’ sponda di Hurtig per Bonansea che che si infila, supera Agard in difesa e porta in vantaggio le bianconere. Le rossonere accusano il colpo e cercano di reagire. Tuttavia la partita diventa ancora più in salita per la squadra di Ganz dopo il raddoppio siglato da Hurtig che vince l’uno a uno contro Korenciova. Ultimi minuti del primo tempo in cui le rossonere cercano di costruire delle azioni interessanti, in particolare al 35’ grazie a una giocata personale di Giacinti che si gira e calcia sotto la traversa, cercando l’angolino sinistro della porta ma la palla esce di poco. Milan che chiude in attacco il primo tempo e si accende su calcio d’angolo battuto da Dowie e colpo di testa di Grimshaw che finisce in porta: rete poi annullata per fallo in attacco. Secondo tempo in netta ripresa per le rossonere vicine al goal al 59’ con il tiro di Giacinti e super parata di Giuliani. Al 83’ arriva la terza rete per le Juventus: passaggio a Straskova, sola in area di rigore che tira e non sbaglia sotto porta. La chiudono definitivamente al 92’ con il tiro di Caruso da fuori area deviato da Rizza che finisce in porta.

Un risultato sicuramente troppo pesante per le rossonere, le quali, dopo aver accusato il colpo e il dominio della Juventus nel primo tempo, hanno cercato di reagire e di accorciare le distanze nei secondi 45’. Ora è il momento di accettare la sconfitta e di rialzarsi in vista del prossimo match contro l’Empoli. D’altronde non sarà certo una sconfitta a cancellare tutto il duro lavoro della squadra di Mister Ganz in questa stagione, ma sicuramente bisogna lavorare ancora di più per superare le lacune emerse nei 90’ di gara.