Borghi: "È normale che il Milan sia arrivato stanco alla fine. Giroud magnificente. Su De Ketelaere…"

17.11.2022 21:36 di Nicholas Reitano  Twitter:    vedi letture
Borghi: "È normale che il Milan sia arrivato stanco alla fine. Giroud magnificente. Su De Ketelaere…"
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Attraverso un video pubblicato sul proprio canale YouTube, Stefano Borghi, collega di DAZN, ha parlato della prima parte di stagione del Milan, tra campionato e coppa. Ecco le sue dichiarazioni: "Il Milan arriva molto bene a chiudere questa prima parte di stagione. Ha solo due punti in meno dello scorso campionato e ha fatto molto di più in Europa. Era un girone meno impossibile della scorsa edizione, ma non era facile. Ma ci sono ancora dei passi da fare per guardare negli occhi i top club. Ha passato molto bene il girone. La crescita c’è stata. In campionato ha tenuto un passo altamente apprezzabile, quello del Napoli è fuori categoria. Ha perso solamente due partite, contro Napoli e Torino. E anche in questo finale un po’ affannoso i 4 punti contro Cremonese e Fiorentina, due partite difficili, testimoniano che questa squadra sa come arrivare a fare il risultato. È normale che il Milan sia arrivato così stanco alla fine perché ha avuto un emergenza costante tutta la stagione. Ad ogni partita aveva sempre 3-4-5-6-7-8 infortunati: ci sono stati settori particolarmente piagati come la fascia destra ed è mancato uno dei valori più alti del Milan ossia Maignan".

Borghi prosegue: "Il Milan non ha avuto finora molto dal mercato condotto. Hanno questa filosofia di puntare sui giovani e può capitare di prendere il Theo di turno, oppure il Rafa Leao. Dall’inizio del 2022 il portoghese è il giocatore più incisivo della squadra e vi ricordate quanto ci ha messo Leao a stabilizzarsi e a diventare il giocatore che è oggi. Per cui non getterei nessuna croce addosso a De Ketelaere: nella seconda parte di stagione però dovrà cambiare passo. Il Milan ha bisogno di lui. Origi se sta bene potrà portare dei gol, Giroud ha fatto un anno magnificente. Il giudizio sul Milan è pienamente positivo ed è una squadra che ha ancora margini di miglioramento. Ha le sue figure giovani stabilizzate come Tonali, Kalulu, che sta diventato il miglior difensore della squadra perché Tomori ha qualche balbettio, anche se non capisco la scelta di Southgate. Da Pioli, alla dirigenza, ai giocatori credo che siano tutti soddisfatti di questa prima metà di stagione".