Cassano su Leao: "Non lo vedo neanche lontanamente titolare nelle top squadre d'Europa. Ha il culo sulla testa"

04.10.2022 07:20 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Cassano su Leao: "Non lo vedo neanche lontanamente titolare nelle top squadre d'Europa. Ha il culo sulla testa"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Antonio Cassano, ex calciatore, non ha lesinato critiche a Rafael Leao durante la BoboTV di lunedì sera; si riporta di seguito il suo commento integrale, ben lontano - oggettivamente - da quella che si è dimostrata essere la realtà dei fatti sul campo, dominato, da oltre un anno, dal devastante numero 17 rossonero: "È il giocatore più forte della Serie A? Probabilmente sì, molto probabilmente sì. La Serie A è il quinto campionato in Europa. Al City c'è Grealish e non può esserci Leao? Sì, però poi... 120 milioni, 130, 160: mi importa poco, perché io nelle top squadre d'Europa non le vedo lontanamente titolare. Se penso che al Liverpool c'è Luis Diaz e dovrebbe giocare Leao... follia! Chiudiamo la trasmissione e andiamo a casa. Quando vado a pensare ad Ansu Fati che ha 19 anni... Non sto andando a toccare i Neymar e i Mbappé, Sancho che ha 19 anni (ne compirà 23, ndr)... Sono di un altro livello. Sta giocando bene in Italia? Sì. Andrà in una grande squadra? Probabilmente sì. Però poi nel Portogallo fa la panchina; lì è giusto che giochi Cristiano Ronaldo, ma a sinistra giocando Bruno Fernandes e Diogo Jota. Vicinius fa la differenza con il City. Leao la fa con l'Empoli, con la Fiorentina, con il Bologna, poi in Coppa dei Campioni è già una roba diversa... Ha il culo sulla testa (riferito al fatto che giochi a testa bass, ndr). Io la differenza non l'ho vista fare. Gioca in Italia, campionato scarso. [...] Per me Rashford è molto più forte di Leao. Sancho è fenomenale. Leao mi dà un misto tra Dembelé e Martial. Può stare a fare la panchina a Coman e Luis Diaz, nelle rotazioni sì. Secondo me non vale 150 milioni. Non è uno che fa 50 gol a stagione e 50 assist, cioè che fa la differenza".