Le grandi trattative del Milan - 1995, blitz a Parigi per Weah, futuro pallone d’oro

30.03.2020 23:16 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Le grandi trattative del Milan - 1995, blitz a Parigi per Weah, futuro pallone d’oro

Forza fisica e rapidità, istinto e classe. George Weah rappresenta uno dei più importanti colpi di mercato del Milan nell’era Berlusconi. Fu acquistato dal Milan nel maggio del 1995 per circa 11 miliardi di lire dopo le esperienze in Francia con la maglia di Monaco e Paris Saint Germain, e proprio in rossonero ottenne il pallone d’oro a dicembre dello stesso anno, primo giocatore non europeo a vincerlo.

Il Milan era a caccia di un giocatore che potesse sostituire Marco Van Basten dopo lo sfortunato addio al calcio della punta olandese. Così tra i nomi che si facevano in dirigenza quello di Weah ottenne subito grandi consensi, poiché in Francia era considerato uno dei giocatori più promettenti del panorama calcistico europeo, soprattutto per la sua progressione e la rapidità nel dribbling. Mancava però di concretezza in zona gol e al Milan riuscì a migliorare anche in quello.

L’operazione di mercato fu condotta da Oscar Damiani e Fabio Parisi, due procuratori molto vicini alla società rossonera. Nella sua prima gara di Serie A contro il Padova, i rossoneri vinsero per 2-1 il 27 agosto 1995, e Weah segnò il primo gol dopo soli 6 minuti. Indimenticabile il gol contro il Verona quando partì dalla propria area di rigore e dopo aver saltato diversi giocatori avversari mise a segno un gol che fece esplodere San Siro. King George giocò 147 partite al Milan, con 58 reti, in rossonero vinse due scudetti da protagonista.