Nuovo Stadio: botta-risposta inutile. Da Milan e Inter un ultimatum più che legittimo

30.03.2022 08:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Nuovo Stadio: botta-risposta inutile. Da Milan e Inter un ultimatum più che legittimo

Tra i tanti problemi fondamentali che hanno causato la non qualificazione della Nazionale Italiana ai Mondiali 2022, dopo aver saltato quelli del 2018, vi è anche la scarsa possibilità che le società hanno di investire nelle infrastrutture per i propri club, trovandosi ogni volta di fronte resistenze del più svariato tipo da parte delle istituzioni sociali e governative.

Milan e Inter ne stanno facendo le spese ormai da diversi mesi. Il nuovo stadio di Milano, infatti, appare sempre più come un miraggio: nonostante il progetto sia pronto e approvato da più parti, il Comune di Milano non ha ancora dato il via libera ai lavori e le due società, pur essendosi aperte al dibattito di legge, non hanno più intenzione di aspettare a lungo: "Per entrambi i club - recita un dispaccio ANSA di ieri - rimane assolutamente prioritario dotarsi di un nuovo stadio, avendo certezza sui tempi dell'iter autorizzativo, rimanendo aperti a valutare altre soluzioni progettuali, qualora non ci fossero le condizioni per riuscire a realizzare il nuovo stadio di San Siro".

Il Milan e la sua proprietà, dal canto suo, sta lottando da anni per poter avere una loro casa di proprietà che possa far aumentare i ricavi e rendere l'intera azienda ancora più competitiva, dentro a fuori dal campo. Il Sindaco della città meneghina e i vari comitati di quartiere, però, stanno mettendo più di un bastone fra le ruote ad un progetto che riqualificherebbe l'area di San Siro e la vita di molti abitanti e che gioverebbe al calcio italiano tutto.