Pronto, Tomori? Così Maldini ha convinto il difensore a trasferirsi al Milan

25.01.2021 08:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Pronto, Tomori? Così Maldini ha convinto il difensore a trasferirsi al Milan

Non è stato per nulla semplice trattare con il Chelsea, ma Fikayo Tomori è arrivato al Milan anche grazie a Paolo Maldini. E non è la prima volta che una telefonata della leggenda rossonera è stata decisiva per sbloccare una trattativa o convincere un giocatore ad accettare la proposta del Milan. D’altronde Maldini rappresenta il club nel mondo e chiunque riceva una sua telefonata non può che essere orgoglioso: “Quando mi hanno chiamato la prima volta sono rimasto sorpreso, poi ho parlato con Paolo Maldini, il miglior difensore nella storia del calcio, mi ha chiesto di venire qui. Da lì ho capito che qui è dove volevo essere, dove volevo venire a giocare. Anche per imparare da lui. Ora sono molto felice di essere qui", ha raccontato il giovane difensore acquistato da poco dal Chelsea. Tomori si è trasferito a Milano in prestito semestrale con diritto di riscatto a 28 milioni circa, ma non è stato per nulla facile strappare il diritto. Anche perché il 23enne di origini canadesi era già stato un obiettivo del Milan in estate, ma a quei tempi il ragazzo era incedibile. Ora i Blues si sono convinti a lasciarlo partire solo perché chiuso da giocatori esperti come Rudiger e Thiago Silva. Intanto Tomori è sembrato più che convinto di intraprendere questa nuova esperienza: “"Ho scelto di venire al Milan perché è una squadra dalla grande storia con grandi giocatori. Ovviamente adesso la squadra è in un buon momento ed è un'opportunità a cui non potevo dire di no. Per me è un grande onore essere qui". Il Milan l’ha cercato soprattutto per le caratteristiche: “In campo sono molto aggressivo, mi piace andare a conquistare il pallone e toglierlo agli avversari. Mi piace essere un difensore, mi piace difendere ed aiutare la squadra a vincere”. Curiosità sulla scelta del numero di maglia: “Mi ispiro molto a Michael Jordan e lui indossava il numero 23”.