Questo Milan vince in ogni modo (anche di corto muso): avvio da 9. Per il 10 si attendono Roma e Inter

27.10.2021 08:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Questo Milan vince in ogni modo (anche di corto muso): avvio da 9. Per il 10 si attendono Roma e Inter
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Di energia come nelle prime giornate, di rimonta come contro l'Hellas Verona, di qualità come contro l'Atalanta, di giocate come contro il Bologna, di 'corto muso' come contro il Torino. Ieri il Milan ha inserito l'ennesimo pezzo - e l'ennesima conferma - alla collezione di vittorie di questo campionato, raggiungendo il nono successo su dieci partite (unico pari allo Stadium contro la Juventus) e mantenendo il primo posto in classifica a prescindere dal risultato del Napoli di giovedì.

Una partita di gestione

Come anticipato, è stata una partita molto diversa da quelle a cui Leao e compagni ci hanno abituati; poche azioni offensive, pochi strappi, ma molta concentrazione in difesa (quella che era mancata nelle ultime gare) e gestione in solidità del risultato, mai in bilico se non nel finale a causa di un errore di Bakayoko e di qualche mischia da calcio piazzato. Pioli potrebbe, però, aver preparato la gara su questa lunghezza d'onda, non fronteggiando il Torino con le sue stesse armi (energia, ritmo, intensità), ma costringedolo a girare il pallone in maniera abbastanza sterile e, di fatto, mai pericolosa; le tante assenze e i tanti impegni dei rossoneri, d'altronde, non possono permettere sempre livelli di vigore elevatissimi.

Gli Scudetti si vincono (anche) così

Certamente, ci si può e deve attendere qualcosa in più offensivamente, soprattutto per non rischiare nel finale... ma gli Scudetti - obiettivo chiaro e dichiarato - si vincono passando soprattutto dalle vittorie in questo tipo di gare, in cui non si tira in porta e si gestisce il vantaggio, soprattutto se, in questo preciso momento del campionato, non si hanno le energie e gli uomini per proporre la solita veemenza. E, dunque, il Milan arriverà agli scontri diretti della prossima settimana (Roma il 31, Inter il 7 novembre con in mezzo la gara decisiva col Porto) da primo in classifica, con una partenza da 9 - come le vittorie - e l'obiettivo di farla diventare da 10.