Stadi di proprietà in Italia, lo studio parla chiaro: gli Italiani li ritengono necessari

01.10.2021 16:30 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Stadi di proprietà in Italia, lo studio parla chiaro: gli Italiani li ritengono necessari
MilanNews.it

YouGov, società internazionale di ricerche di mercato e analisi dei dati, ha condotto uno studio sugli stadi nel nostro paese. Il pensiero degli italiani è piuttosto indirizzato. Il 61% è a favore degli stadi di proprietà, percentuale che si alza al 67% fra i tifosi e gli appassionati di calcio.

Il discorso stadi in Italia ormai va avanti da tanti anni, ma le società che ne hanno uno di proprietà sono davvero poche, soprattutto rispetto ad altri campionati. A Milano, metropoli chiave per la cultura e l'economia italiana, è in vista il progetto condiviso tra Milan e Inter, che vorrebbero costruire un nuovo San Siro e riqualificare il quartiere, investendo un totale di più di 1,2 miliardi di euro. Avere infrastrutture all’avanguardia e di proprietà è fondamentale, per non dire vitale, per aumentare i ricavi, competere al meglio, economicamente e e sportivamente, con i top club europei, e poter offrire al tifoso un’esperienza di alto livello, che va oltre i 90 minuti del match, per tifosi e famiglie. Il sondaggio di YouGov indica come gli appassionati siano d’accordo: il 79% dei tifosi pensa che uno stadio di proprietà consentirebbe ai club di essere più competitivi e di poter fare maggiori investimenti e progetti.

Come già accennato, i club prendono sul serio l’aspetto che riguarda la sicurezza, la modernità, l’attrattività e una maggiore accessibilità delle strutture. Tutte cose che trovano d’accorso anche gli italiani: Il 68% dei tifosi ritiene che con nuovi di stadi di proprietà dei club l’esperienza allo stadio migliorerebbe.

Tutti questi aspetti sono al centro del dibattito italiano da anni, con la popolazione che considera gli impianti nostrani “decisamente meno moderni, inclusivi e attrattivi”. È quindi un discorso che va ben oltre il solo discorso sportivo, di competitività e dei ricavi. Stadi di proprietà, moderni e inclusivi, sono importanti anche dal punto di vista culturale ed economico per tutta la comunità: “Il 70% dei tifosi ritiene altresì che lo sviluppo di nuovi stadi di proprietà da parte dei club possa contribuire attivamente alla ripresa economica del paese” conclude la ricerca di YouGov.

Milan ed Inter in questi anni hanno presentato tutti i documenti necessari al Comune di Milano, rendendosi disponibili e aperti al dialogo. I due club hanno però urgenza: è arrivato il momento che la politica italiana smetta col gioco dello scaricabarile. Non solo le due squadre, ma è Milano che ha bisogno di un nuovo impianto sportivo: moderno, sicuro, inclusivo e in un nuovo quartiere riqualificato che diventerebbe il fiore all'occhiello della città.