Verso Milan-Liverpool, due diffidati tra i rossoneri: come funzionano le squalifiche in Champions

06.12.2021 20:10 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Verso Milan-Liverpool, due diffidati tra i rossoneri: come funzionano le squalifiche in Champions
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Domani si giocherà Milan-Liverpool, ultima giornata del girone B e gara decisiva per i rossoneri che inseguono un passaggio del turno difficile ma non impossibile. Tra le fila degli uomini di mister Pioli ci sono due diffidati: Fikayo Tomori e Theo Hernandez. In caso di passaggio del turno però la conta dei cartellini gialli non si azzererebbe, perché il regolamento della Champions League per diffide e squalifica recita che dalla fase a gironi in poi, un calciatore entra in diffida al secondo cartellino giallo e viene squalificato al terzo. Dopo i primi tre cartellini gialli, diffida e conseguente squalifica scatteranno automaticamente ad ogni ammonizione successiva (diffida alla quarta, squalifica alla quinta, diffida alla sesta, squalifica alla settima e così via). Il conteggio dei cartellini gialli non è azzerato al termine della fase a gironi, quindi in occasione degli ottavi e dei quarti di finale conteranno tutte le ammonizioni comminate precedentemente nell'arco del torneo.