A caccia del profilo giusto: Pellegrini, un investimento sicuro per ricostruire la mediana

18.06.2019 20:30 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
A caccia del profilo giusto: Pellegrini, un investimento sicuro per ricostruire la mediana

Nell'estate 2015, per volere ed insistenza di Sinisa Mihajlovic, il Milan investì 25 milioni per acquistare Alessio Romagnoli dalla Roma: un trasferimento che all'epoca in tanti definirono esagerato, ma che poi si è rivelato un investimento assolutamente azzeccato. Ora il classe '95 è capitano e colonna difensiva del Diavolo, oltre ad aver quantomeno raddoppiato il suo valore. A distanza di quattro anni il club rossonero sembrerebbe aver puntato gli occhi su un altro giallorosso, Lorenzo Pellegrini, altro ruolo ma stessi margini di crescita.

RICOSTRUZIONE - Non è un segreto che il Milan voglia ricostruire, più o meno in toto, il suo reparto di centrocampo, andando ad appoggiare le idee tattiche di Giampaolo per migliorare la qualità di un settore lacunoso da tempo immemore. Rade Krunic è stato il primo innesto, volto a massimizzare il rendimento con un piccolo costo, ma non sarà ovviamente il solo. Maldini e Boban andranno a caccia di almeno un regista e di un'altra mezz'ala (potrebbero essere due se dovesse partire anche Kessie). E Pellegrini, classe '96 della Roma, sarebbe perfetto come interno di centrocampo. Il centrocampista romano, andato in gol nell'esordio dell'Europeo Under 21, viene da una stagione positiva, anche se ad impiego alternato (le presenze in campionato sono 25). Nel contratto di Pellegrini c'è una clausola da 30 milioni che lo rende molto appetibile: sarebbe una cifra importante ma ben investita, andando ad inserire un profilo italiano di ottime qualità.

PROFILO IDEALE - Il nome di Pellegrini non è nuovo in orbita Milan. Già a gennaio i rossoneri avevano drizzato le antenne, dimostrando che il profilo piace e il costo evidentemente non spaventa. La priorità resta il regista, in attesa di capire quale sarà il nome prescelto (il più probabile è Sensi, il sogno è Torreira), ma sarà fondamentale andare ad acquistare un altro interno di spessore, tenendo conto anche del probabile avanzamento di Lucas Paquetà nel ruolo di trequartista. Se il campionato partisse domani i rossoneri schiererebbero una mediana formata da Kessie, Biglia e Calhanoglu, il che fa capire quanto ci sia bisogno di rinforzi. Con una difesa abbastanza coperta (mancherebbe soltanto un centrale), il Milan potrebbe riservare gran parte del budget (e di alcuni ricavi delle cessioni) per la mediana, tanto da potersi permettere un acquisto come quello di Pellegrini.