Bennacer è il playmaker che mancava: ora la continuità per l'ulteriore salto di qualità

07.09.2019 14:30 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Bennacer è il playmaker che mancava: ora la continuità per l'ulteriore salto di qualità

Complice l'infortunio di Biglia, che avrebbe probabilmente guidato il Milan nelle prime settimane della stagione, Ismael Bennacer è stato subito sdoganato: prima dalla panchina, rimediando alla scelta poco felice di Calhanoglu regista; poi da titolare, dimostrando subito grande personalità nel match di sabato scorso contro il Brescia. L'algerino non avrà dispensato giocate da fuochi d'artificio, ma è stato essenziale, preciso e non ha buttato un pallone: caratteristiche fondamentali per un regista che si rispetti.

LA SCELTA - Dopo i timidi abboccamenti verso Torreira, per il quale l'Arsenal ha giustamente effettuato una valutazione stellare, il Milan si è tuffato con convinzione su Bennacer, retrocesso con l'Empoli ma convincente nella sua "evoluzione" da calciatore offensivo a regista. E' stato Beppe Iachini a spostarlo come vertice basso davanti alla difesa: un'intuizione fondamentale, dato che il classe '96 non è più uscito dal campo, trovando la sua effettiva dimensione tattica. Il Diavolo ha speso 16 milioni più bonus per portarlo in rossonero: una cifra importante ma non esagerata, per quello che può rivelarsi uno dei migliori investimenti degli ultimi anni.

I MIGLIORAMENTI - Bennacer piace a tutto l'ambiente rossonero. Piace a Giampaolo (primo tra i nuovi acquisti a giocare titolare), così come a Boban e Maldini che stravedono per l'ex Empoli. Il numero 4 può essere la chiave dell'evoluzione tattica del Milan, dopo anni in cui è mancato un vero playmaker. Non bisogna ovviamente accontentarsi e lo stesso algerino, che ha potuto svolgere soltanto poche settimane di allenamento a Milanello, dovrà migliorare dal punto di vista della tenuta e della freschezza atletica. Quando l'ex Empoli crescerà di condizione aumenteranno anche la qualità (e la continuità) nel corso dei novanta minuti. E' solo questione di tempo, ma intanto Bennacer si è già preso il Milan.