Caso Paquetà, tra mercato (strategie) e stress. Altra grana per il Milan

23.01.2020 19:19 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Caso Paquetà, tra mercato (strategie) e stress. Altra grana per il Milan

C’è un caso Lucas Paquetà al Milan. Il giocatore brasiliano ha chiesto all'allenatore Stefano Pioli di non essere convocato per la trasferta di Brescia in programma domani sera, perché poco sereno e turbato dalle voci di mercato. Il milanista ha perso il posto da titolare e in generale in questa stagione ha giocato pochissimo, mostrando a sprazzi il suo talento. L'ultima del brasiliano dall'inizio risale addirittura al 23 novembre, quando il Milan affrontò il Napoli a San Siro.

Dopo la sfida con l’Udinese si è sottoposto a controlli alla clinica La Madonnina per un attacco d'ansia (con annessa tachicardia), e la paura infatti di perdere la Nazionale e di non poter giocare con regolarità. Nella giornata di ieri c’è stato l’incontro con il suo agente Edoardo Uram per fare il punto con la dirigenza rossonera e per valutare l’offerta del Psg.

Leonardo, (qualche malizioso parla proprio di una mossa dell’ex Ds dietro a questa scelta di Paquetà), arriva ad offrire massimo 20 milioni di euro, troppo pochi per convincere il Milan, che invece vorrebbe almeno 32 milioni di euro, ovvero la cifra per non registrare una minusvalenza a bilancio.

Dunque il Milan si trovare a risolvere l’ennesimo caso spinoso, con un giocatore che un anno fa è stato pagato 40 milioni, ma che ora non gioca e non si sente mentalmente pronto a scendere in campo, chiedendo così l’esclusione per la sfida contro il Brescia, nonostante fisicamente sia arruolabile. 

Il Milan proverà a piazzarlo entro il 31 gennaio ma non sarà facile ottenere la cifra che ha stabilito per non registrare una minusvalenza. Con Leonardo e il Psg che guardano con estremo interessa alla vicenda…