CorSera - I due piani del Milan: con la Champions Gattuso può restare, senza cambierà tutto

18.05.2019 10:00 di Fabio Anelli Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
CorSera - I due piani del Milan: con la Champions Gattuso può restare, senza cambierà tutto

Mancano solo due partite alla fine della stagione, due partite che il Milan dovrà affrontare con l’imperativo di vincere. Tutto, infatti, ancora è aperto nella corsa alla Champions League anche se le sorti del Milan sono legate a quelle dell’Atalanta. Il Milan deve vincere e sperare in un passo falso degli uomini di Gasperini.

CALMA APPARENTE – Come evidenzia l’edizione odierna del Corriere della Sera, sul Milan aleggia in queste settimane una calma apparente. In attesa di scoprire quali saranno i risultati raggiunti dai rossoneri al termine del campionato, la società ha voluto confermare Gattuso e Leonardo, anche se i due restano in bilico.

DUE IPOTESI – La situazione, come sottolinea il Corriere della Sera, è molto fluida e l’amministratore delegato rossonero Ivan Gazidis ha tra le mani due progetti per la prossima stagione per cui sarà discriminante l’accesso alla Champions League. Nel caso in cui il Milan non dovesse qualificarsi, infatti, l’addio tanto di Gattuso quanto di Leonardo sarebbe probabile e molti potrebbero essere i cambiamenti.

GATTUSO PUÒ RESTARE – Non è tuttavia da escludersi una permanenza di Gattuso in caso di qualificazione alla prossima Champions League. L’idea di addio, palesata anche in conferenza soltanto qualche settimana fa dall’allenatore, sembra essere oggi leggermente sfumata. Gazidis è rimasto colpito dalla gestione del tecnico della crisi di primavera, dalle scelte tecniche delle ultime partite e a fine stagione sarà lui ad avere l’ultima parola sul futuro dell’allenatore calabrese. A questo, inoltre, deve essere aggiunto che il licenziamento di Gattuso potrebbe costare 10 milioni di euro e che le alternative al momento non convincono: Di Francesco è stato scartato e Sarri resta una pista molto complicata. Molto probabile, invece, l’addio in caso di fallimento dell’obiettivo.