Diaz a El Pais: "Ibra mi ha detto che farò grandi cose. Futuro? Sono concentrato solo sul Milan"

24.11.2021 12:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Diaz a El Pais: "Ibra mi ha detto che farò grandi cose. Futuro? Sono concentrato solo sul Milan"
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Brahim Diaz sarà uno dei protagonisti di Atletico Madrid-Milan in programma stasera al Wanda Metropolitano. Un match che i rossoneri dovranno vincere a tutti i costi per tenere vive le speranze di qualificazione agli ottavi di Champions League, come ha spiegato anche il trequartista spagnolo a El Pais: "Siamo il Milan, siamo un'ottima squadra, e matematicamente possiamo ancora qualificarci. Non abbiamo avuto quel pizzico di fortuna in Champions League, anche se abbiamo giocato abbastanza bene. Ad Anfield è stato difficile il primo tempo, poi siamo andati sopra 1-2, ma purtroppo poi quei due gol che ci hanno fatto perdere 3-2. In casa contro l'Atletico Madrid abbiamo giocato una partita incredibile, i loro due gol sono arrivati ​​solo alla fine. Stasera cercheremo di fare il nostro gioco e vincere". 

IBRAHIMOVIC - Il giovane numero 10 rossonero ha poi parlato durante l'intervista anche di Zlatan Ibrahimovic: "Cosa ruberei a Ibra? Molte cose. Mi piacerebbe avere la sua capacità di segnare e la sua capacità di capire il calcio. Quello si impara con l'esperienza. Dà buoni consigli, sa sempre dove andrà la palla. Mi piacerebbe avere quel tempismo con la palla e senza palla. È molto completo, ma nell'area è dove fa molti danni, è imprevedibile. Puoi segnare in ogni modo". In merito ai consigli che gli ha dato Ibra, Diaz ha spiegato: "Mi ha detto di avere questa personalità, di essere quello che sono, di divertirmi e che così farò grandi cose. Detto da un mito come Ibra...". 

ALLENATORI - Brahim ha poi raccontato anche cos'ha imparato dai vari allenatori che ha avuto nella sua carriera: "Con Guardiola ho imparato a leggere gli spazi e lavorare quando perdi palla per recuperarla velocemente, perché con il possesso corri di meno. Tutto questo. Ma non solo con Guardiola. Anche con Zidane e Pioli è lo stesso. Forse qui ho imparato a difendere meglio e a posizionarmi meglio". 

FUTURO - Non poteva poi mancare una domanda sul suo futuro visto che è al Milan in prestito biennale con diritto di riscatto e controriscatto a favore del Real Madrid: "Se penso al Real? Adesso sono a Milano, sono concentrato solo sul Milan dove voglio dare il massimo. Seguo il Real da lontano, ma ora sono qui, mi sto godendo quello che mi piace, ovvero giocare a calcio per un grande club come il Milan".