FOCUS MN - Marco Sportiello, il secondo perfetto

05.12.2022 20:00 di Gianluigi Torre Twitter:    vedi letture
FOCUS MN - Marco Sportiello, il secondo perfetto
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Quello di Marco Sportiello è un nome che circola da tempo attorno all'ambiente Milan. Più volte, l'estremo difensore attualmente in forza all'Atalanta è stato accostato al Milan, sia per un posto da titolare, sia per il ruolo di secondo portiere. Ma chi è Marco Sportiello? Marco Sportiello è un portiere classe '92, cresciuto fin da piccolo con il pallone tra i piedi. La sua passione era il calcio e stravedeva, come scrive TuttoAtalanta, per il Milan, squadra di cui è tifoso, e soprattutto per due portieri in particolare: Christian Abbiati e, prima ancora, Sebastiano Rossi. Marco "nasce" e cresce in quel di Zingonia, facendo tutto il settore giovanile atalantino fino ai 18 anni, dove viene mandato in prestito al Seregno, militante in Serie D. Ed è qui mostra le sua qualità, facendosi vedere e salendo di categoria, al Poggibonsi.

La carriera
La sua carriera continua al Carpi, visto il poco spazio che avrebbe trovato a Bergamo. In Serie C con la squadra emiliana si conferma su ottimi livelli, trovando la promozione in Serie B. L'Atalanta dunque lo nota e gli dà una occasione, trovando l'esordio in Serie A contro il Catania, risultando il migliore in campo. Colantuono lo conferma anche la partita dopo contro il Cagliari, per poi tornare in panchina fino all'ultima giornata di campionato, dove torna tra i pali proprio contro il Catania. Dalla stagione 14/15 fino al 2016 è lui il titolare a Bergamo. Gasperini decide di puntare su Berisha nella secondà metà di stagione, ma Sportiello torna subito titolare l'anno dopo, rimanendo lui tra i pali fino alla stagione successiva prima di essere panchinato prima da Gollini e poi da Musso. L'aria a Bergamo non era bellissima e Marco non si sentiva più protagonista, andando così in prestito alla Fiorentina, dove, tra alti e bassi, non fece benissimo. Ora Sportiello è tornato a giocarsi il posto a Bergamo con Musso, sperando di strappare l'ultimo contratto con l'Atalanta. Ma nulla da fare. l'Atalanta e Sportiello sono arrivati ad una conclusione finale: l'addio a zero a fine stagione. Ad approfittarne saranno i rossoneri, che stanno anticipando la chiusura dell'operazione in queste settimane.

Il punto della situazione
Con i contratti di Tatarusanu e Mirante in scadenza nel giugno del 2023, il Milan si sta muovendo con netto anticipo sul mercato e con fiducia di poter chiudere la trattativa per Marco Sportiello, che arriverebbe a vestire la maglia rossonera solamente la prossima estate a parametro zero. La dirigenza rossonera continua a trattare in queste settimane con l'entourage del giocatore per trovare un accordo il prima possibile, vista anche la concorrenza che potrebbe esserci nei prossimi mesi sul giocatore. 

Perfetto per il Milan
Sportiello, d'altronde, sarebbe un secondo portiere affidabile per il club rossonero: relativamente giovane (30 anni, per un portiere, sono un'età che consente di giocare a calcio ancora per molto tempo), con una discreta esperienza europea e con un bagaglio importante di partite di alto livello nel campionato italiano e anche - aspetto da non sottovalutare - l'essere stato formato in Italia, dettaglio che garantirebbe al Milàn, se sommato all'arrivo di altri giocatori con un curriculum simile, più scelta nella composizione della lista Uefa.