Gazzetta - Milan, velocità e pressing per aggredire l’Inter: a Giampaolo serve una squadra mobile

19.09.2019 10:01 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Gazzetta - Milan, velocità e pressing per aggredire l’Inter: a Giampaolo serve una squadra mobile

È difficile fare pronostici, poiché i derby sfuggono alle consuete logiche del calcio. Sono gare diverse dalle altre. Ma l’Inter, inutile girarci intorno, arriva alla stracittadina di sabato con qualche certezza in più. Lo Slavia Praga, però, ha messo a nudo i difetti della banda di Antonio Conte. Come riporta La Gazzetta dello Sport, quel che serve a Giampaolo è una squadra mobile, che non dia punti di riferimento ai cugini.

FORMULA GIUSTA - Zero punti fissi, dunque, e molte idee precise. Ma il Milan sarà in grado di cambiare pelle in così pochi giorni? Difficile dirlo... Quella rossonera è una squadra in costruzione: non sarà facile, per Giampaolo, inventarsi la formula vincente, ma dovrà provarci. Il tecnico potrebbe puntare su alcuni giocatori multitasking. Come Ante Rebic, il quale, grazie alla sua duttilità, può portare fisicità e velocità da ogni lato del campo (da esterno, trequartista o seconda punta).

FLESSIBILI - Alla lista dei flessibili si iscrive anche Paquetà. Contro il Verona non ha brillato, ma Giampaolo potrebbe comunque riproporlo nel derby. Flessibile per eccellenza è Calhanoglu, che può coprire qualsiasi ruolo dalla regia alla trequarti. E poi c’è Kessié, uomo ovunque di questo Milan: era sul mercato, ma è tornato a essere indispensabile. Una squadra che non dia punti di riferimento, dicevamo. Ma uno ci sarà per forza: Piatek, intenzionato a non fermarsi dopo aver ritrovato il gol.