Higuain, Piatek e Paquetà, i tre colpi che hanno segnato la strategia sul mercato. Il retroscena (PODCAST)

27.01.2022 17:00 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Higuain, Piatek e Paquetà, i tre colpi che hanno segnato la strategia sul mercato. Il retroscena (PODCAST)
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Negli ultimi giorni, come spesso accade durante le sessioni di mercato, stanno proliferando i messaggi contro la linea del Milan e della sua proprietà in materia di acquisti. I colpi di Vlahovic alla Juventus e Gosens all’Inter sono stati due schiaffi forti in faccia ai tifosi milanisti, che hanno fame di vincere e sentono che il salto di qualità è davvero vicino. Ma per fare questo salto, servono degli acquisti che te lo permettano di fare quello step in più, acquisti costosi.

Ma per onestà di racconto, va anche detto il perché, dall’estate del 2019 ad oggi c’è stata grande oculatezza nell’investire determinate cifre nell’acquisto di calciatori. La cicatrice risale alle spese effettuate dalla gestione di Leonardo come direttore sportivo rossonero (coadiuvato da Maldini) con il brasiliano che investì o impegnò cifre considerevoli per Gonzalo Higuain, Krzysztof Piatek e Lucas Paquetà. Tre acquisti che sono durati il tempo di un amen, con fiammate interessanti e troppi passaggi a vuoto che hanno portato tutti e tre a lasciare il Milan.

Da quell’esperienza, il cambio di rotta con investimenti importanti come quelli fatti per Leao (28 milioni), Theo Hernandez (22 milioni), Tonali (20 milioni mal calcolati tra le due trattative) e Tomori (29 milioni) che hanno dato frutti di un certo spessore ai quali si possono aggiungere anche i 14 milioni per Maignan.

Il racconto nel podcast odierno.