Ibra-Rebic-Diaz: tre armi da utilizzare a gara in corso a Verona

06.05.2022 14:00 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Ibra-Rebic-Diaz: tre armi da utilizzare a gara in corso a Verona
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

In vista del match di domenica sera contro il Verona, la formazione del Milan che scenderà in campo dal primo minuto, non dovrebbe discostarsi molto da quella vista contro la Fiorentina. L’unico cambio – con tutta probabilità – sarà il rientro da titolare di Ismael Bennacer. A farne le spese dovrebbe essere Brahim Diaz, con il conseguente spostamento di Franck Kessie sulla trequarti. La probabile formazione dei rossoneri dovrebbe essere questa:

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Messias, Kessie, Leao; Giroud. A disposizione: Tatarușanu, Mirante, Ballo-Touré, Gabbia, Romagnoli, Bakayoko, Castillejo, Brahim Daaz, Krunic, Saelemaekers, Rebic, Ibrahimovic.

Ciò che balza all’occhio è il fatto che mister Stefano Pioli ha in testa un 11 ‘tipo’, e difficilmente lo va a modificare in maniera sostanziale, salvo ovviamente infortuni, squalifiche e defezioni varie. Dunque, tre big della passata stagione sono diventati, già da diverso tempo, delle armi da utilizzare a gare in corso. Essi sono Zlatan Ibrahimovic, Ante Rebic e Brahim Diaz. Analizziamo le loro situazioni concentrandoci sul campionato.

ZLATAN IBRAHIMOVIC

Ibra non gioca titolare in Serie A dal 17 gennaio, da Milan-Spezia 1-2. I problemi al tendine d’Achille prima e al ginocchio poi, hanno condizionato lo svedese nella seconda parte di stagione in maniera importante. L’appuntamento con il gol invece manca dal 9 gennaio, ossia dalla vittoriosa trasferta in quel di Venezia. La sua presenza però è fondamentale. Anche se non è al 100%, Zlatan è un pericolo costante per le difese avversarie, e ciò lo si è notato nelle ultime due uscite dei rossoneri. Ibrahimovic infatti è stato importante con l’assist per Sandro Tonali contro la Lazio e con il pressing effettuato su Pietro Terracciano contro la Fiorentina, che ha poi portato l’estremo difensore Viola a sbagliare il rinvio decisivo nell’azione del gol partita di Rafael Leao.

ANTE REBIC

Il croato Rebic non scende in campo dal primo minuto in Serie A addirittura dal 3 ottobre 2021 contro l’Atalanta. Solo 2 reti in questo campionato, l’apporto del classe 1993 è quello che più è mancato al Milan quest’anno. Nelle ultime uscite (contro Genoa, Lazio e Fiorentina) il giocatore è sempre subentrato, mostrando anche una condizione fisica accettabile. Rebic può essere l’arma in più in queste 3 ultime partite che mancano.

BRAHIM DIAZ

Il finale dello scorso campionato ha regalato a Diaz molte soddisfazioni in termini di gol e assist. In questa stagione invece, le cose non sono andate come i tifosi del Milan si aspettavano. L’ultimo acuto personale dello spagnolo risale al 25 settembre 2021, gol vittoria in casa dello Spezia. Poi il buio e pochissime altre buone prestazioni. Nonostante ciò, grazie anche alla mancanza di un trequartista di riserva, Diaz ha sempre giocato anche se non è più un titolare inamovibile come lo era a inizio stagione. Chissà che anche lui non trovi almeno un colpo magico da qui alla fine del campionato.