Il momento di Brahim: tra una sana concorrenza e la voglia di Milan

14.08.2022 12:00 di Francesco Finulli   vedi letture
Il momento di Brahim: tra una sana concorrenza e la voglia di Milan
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Vero e proprio protagonista della partita di ieri contro l'Udinese è stato Brahim Diaz. Il numero 10 del Milan ha segnato un gol in meno rispetto a Rebic ma nonostante questo può essere tranquillamente considerato il migliore in campo della partita di ieri pomeriggio, la prima del nuovo campionato. Diaz è arrivato alla stagione della verità e a giugno 2023 dovrà guadagnarsi la riconferma rossonera. Se il buongiorno si vede dal mattino...

La prestazione

Giusto rendere onore ancora una volta all'ottima prestazione del calciatore spagnolo nella partita di ieri. Brahim è stato decisivo in tutte e quattro le azioni da gol, in un modo o nell'altro. E già questo era un upgrade che gli si chiedeva al termine della passata stagione: maggiore concretezza negli ultimi 20 metri di campo, il terreno del trequartista. Calabria viene colpito da Soppy in area di rigore sugli sviluppi di un tiro del 10 rossonero parato da Silvestri; in occasione del raddoppio è sempre Diaz a far partire l'azione con una bella finta di corpo; il terzo gol lo firma direttamente lui; nel quarto recupera palla e fornisce l'assist a Rebic. Al di là delle giocate, anche la posizione di Brahim è risultata calzante: dinamico, frizzante ed esplosivo come lo era stato nella prima parte di stagione scorsa. L'Udinese che ha ingabbiato Leao, non ha saputo trovare contromisure per il calciatore spagnolo che ha svariato alla grande sulla trequarti.

Sana concorrenza

Siamo solo a metà agosto e siamo solo all'inizio della stagione, ma Brahim ha dimostrato di saper essere decisivo: ora si tratta di trovare continuità e confermarsi. In questo senso la concorrenza che è stata aggiunta con il mercato nella zona offensiva può essere un fattore positivo sia per Diaz che per tutti i suoi compagni di reparto: già da ieri sembra che si siano visti alcuni effetti. Non c'è solo De Ketelaere ma anche Yacine Adli che possono giocare come trequartisti, oltre al jolly Rade Krunic. L'obiettivo del numero 10 del Milan è la riconferma da parte del club al termine di quest'anno, quando si concluderà anche il secondo anno di prestito dal Real Madrid. Pioli si fida di lui, lui si trova bene e ha dimostrato attaccamento alla maglia. Il campo, come sempre, parlerà.