LIVE MN - Bonera: "Diaz può giocare, Rebic condizionato dal gomito. Ibra di buon umore, Leao ha fatto un controllo stamattina"

28.11.2020 14:19 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
LIVE MN - Bonera: "Diaz può giocare, Rebic condizionato dal gomito. Ibra di buon umore, Leao ha fatto un controllo stamattina"

Tra pochi minuti Daniele Bonera parlerà in conferenza stampa, a circa ventiquattro ore dalla sfida di domani contro la Fiorentina. Segui le parole del tecnico grazie al LIVE testuale di MilanNews.it, sul nostro sito e sulla nostra app ufficiale.

Domani arriva la Fiorentina a San Siro...

"E' una partita difficile, sempre stata una gara affascinante, alla quale noi arriviamo in un buon momento. La Fiorentina ha attraversato un momento un po' così ma sappiamo il valore che hanno".

Gabbia non ha fatto rimpiangere Romagnoli...

"Abbiamo fatto una buona prestazione a livello difensivo, applichiamo i concetti a tutti i calciatori. Purtroppo abbiamo fatto quel piccolo errore ma siamo contenti di tutti".

Questa settimana avete ritrovato certezze?

"Il Verona non ha cancellato le certezze, avevamo bisogno di riposare dopo un periodo lungo di partite. Abbiamo ripreso il cammino dove lo abbiamo lasciato, ma anche col Verona abbiamo fatto una buonissima partita, l'abbiamo analizzata. I ragazzi sanno cosa fare per rimanere in alto, abbiamo la consapevolezza di essere forti".

Come valutate i nuovi?

"Siamo tutti quanti contenti, sono arrivati in una realtà importante, hanno subito capito quali sono le nostre richieste".

Le condizioni di Ibrahimovic?

"Verrà valutato la settimana prossima, è di buon umore, ci fa sperare in un rientro nel più breve tempo possibile".

Qual è il momento di Calhanoglu?

"Fa parte di ogni giocatore avere momenti più o meno positivi, l'apporto che ci dà in campo è prezioso, confidiamo tanto in lui, al di là dei numeri. Siamo contenti del suo lavoro".

Tonali sta crescendo?

"E' un po' il percorso fatto da Bennacer l'anno scorso, sta crescendo, ci parliamo spesso, ci facciamo molto affidamento, giovedì è stato protagonista nel passaggio per Rebic, ha tutto per migliorarsi giorno per giorno, siamo qui per farlo diventare un giocatore in pianta stabile di questa squadra".

Quanto manca a Rebic per tornare al massimo?

"Il gomito lo ha condizionato e non è ancora al 100%, anche per il suo modo di giocare è un po' bloccato. Abbiamo rivisto la partita e fatto delle considerazioni con lui, appena tornerà al 100% le sue caratteristiche torneranno fuori ancora, ma già col Lille si è visto".

Domani Diaz potrebbe giocare dall'inizio?

"Abbiamo fatto considerazione anche in base alla sfida di giovedì. Siamo davvero contenti di questa rosa, Brahim è entrato bene, ha grande tecnica, ha una grande visione di gioco, potrebbe partire dall'inizio".

Può già pensare ad una carriera da primo allenatore?

"Sono in attesa del nostro allenatore, speriamo torni presto. Ho ancora bisogno di un po' di pratica, i consigli e quello che sto apprendendo da Pioli me li tengo stretti".

Romagnoli come sta?

"Alessio era a disposizione contro il Lille, abbiamo fatto una scelta anche in base alle tante partite. Aveva giocato tutte le partite".

Come va il recupero di Leao?

"Ha fatto un controllo stamattina, è andato abbastanza bene, i medici sono contenti dei progressi, avrà un nuovo controllo a metà della settimana prossima".

Il Milan può restare in alto a lungo?

"L'augurio nostro è di poter restare in alto il più possibile, quando ci accendiamo non deve mai mancare lo spirito di sacrificio e l'applicazione, sono le cose più importanti per far sì che questa squadra possa restare in alto il più possibile".

Vede delle similitudini col vecchio Milan?

"Abbiamo vinto a Napoli, è qualcosa che lega i due Milan. Abbiamo un grande spirito, era riconosciuto all'epoca. Ho notato che c'è una grande voglia di stare a Milanello, lavorare, sacrificarsi l'un l'altro. Devo dire che le similitudini ci sono e ci stanno".

Tatticamente cambiate la posizione di Theo Hernandez?

"A volte gli chiediamo di essere più alto o basso, ma interpreta bene le partite in entrambi i modi. E' un giocatore forte, ha tutte le qualità anche per stare basso".

Cosa va migliorato?

"Ci sono sempre situazioni da migliorare, l'amaro in bocca a Napoli è per la traversa, come il gol preso a Lille".

A destra c'è sempre ballottaggio Saelemaekers-Castillejo...

"Su quella fascia siamo tranquilli e soddisfatti del lavoro di entrambi, Samu ha fatto una buona gara coronata dal gol. Abbiamo grande applicazione da entrambi, Alexis ha fatto dei grandissimi miglioramenti, siamo tranquilli".

Manca la vittoria a San Siro?

"Domani sarà una partita dura, la Fiorentina è una squadra forte, lo sappiamo bene, massimo rispetto ma siamo consapevoli che per continuare il nostro percorso domani abbiamo una bella opportunità, anche per vincere in casa".

Termina qui la conferenza di Daniele Bonera.