LIVE MN - Calabria: "La Champions deve essere la nostra casa. A De Ketelaere non manca il talento"

05.09.2022 19:28 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
LIVE MN - Calabria: "La Champions deve essere la nostra casa. A De Ketelaere non manca il talento"

Amici e amiche di MilanNews.it, benvenuti nella sala stampa della RedBull Arena (Stadion Salzburg), dove a breve Davide Calabria, insieme a mister Pioli, presenterà la sfida di Champions League di domani sera contro gli austriaci del Salisburgo rispondendo alle domande dei giornalisti in conferenza stampa. Rimanete con noi e il nostro live testuale per non perdervi nessuna dichiarazione del capitano rossonero.

Quanto vi sentite pronti per la Champions? "Non vediamo l'ora di cominciare. Ci siamo preparati molto bene, tutti non vediamo l'ora di giocare questa competizione. Una competizione come la Champions deve essere la nostra casa, siamo prontissimi per domani".

Quest'anno percepisci una maturità diversa? "L'anno scorso penso sia stato uno dei gironi più difficili della storia della Champions, dal punto di vista del gioco abbiamo fatto un buon girone. Giocando a questo livello ti fa crescere, vedo una squadra più matura. Questo livello che c'è qui che in Italia fai fatica a trovarlo, il ritmo è molto più alto. Fa solo che bene giocare queste partite ma siamo pronti. Non vedo l'ora che sia domani alle 21".

Cosa ti ha colpito dei nuovi? "Una cosa che mi ha colpito di tutti è la voglia di dimostrare il loro valore: ho visto ragazzi maturi e pronti. Dei bravi ragazzi fuori e vogliosi di imparare. A Charles non manca sicuramente il talento, è bravo con la palla e ha tempi di gioco importanti senza palla. Non pensavo che Origi che avesse questa forza fisica, è davvero forte e penso potrà darci una grande mano durante la stagione".

Rispetto ad un anno fa, quanto sei maturato tu e quanto sei responsabilizzato dall'essere capitano? "Sicuramente ci è servito tanto, soprattutto le partite con Liverpool e Porto ci hanno fatto capire l'intensità che c'è in questa competizione. Il ritmo è molto più elevato rispetto all'Italia e abbiamo acquisito quello che ci serviva per migliorare dall'anno scorso".

Hai indossato la maglia del Milan per la prima volta nel 2007 quando i rossoneri hanno vinto l'ultima Champions. A che punto è il percorso per arrivare a dove è arrivato Maldini, che da capitano ha alzato la coppa quell'anno? "Penso che ci vorrà ancora del tempo. È un percorso molto lungo, ci sono squadre molto più pronte di noi soprattutto a livello economico: serve anche questo potere qua. Faremo del nostro meglio per affrontare al meglio questa competizione. Siamo il Milan, un giorno punteremo a vincere: quest'anno guardiamo partita per partita e non ci poniamo limiti. Mi auguro che un giorno potrò fare quello che ha fatto Paolo, è quello a cui vogliamo arrivare".

19.25 - Termina qui la conferenza di Davide Calabria.