Mercato Milan, quindici giorni alla fine: ecco cosa manca

20.09.2020 18:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mercato Milan, quindici giorni alla fine: ecco cosa manca

Mancano quindici giorni esatti al termine dell'attuale sessione di calciomercato, fissato per lunedì 5 settembre. Il Milan si è già mosso per rinforzare la squadra, inserendo Tonali, Brahim Diaz e Tatarusanu nel buon architrave della scorsa stagione. Fondamentale, ovviamente, il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic, vero perno totalizzante del Diavolo a prescindere dai quasi 39 anni. Lo svedese è già partito alla grande, aprendo le danze nel debutto europeo dei rossoneri contro lo Shamrock Rovers.

NECESSITÀ IN DIFESA - Il Milan ha già coperto diverse lacune ma il lavoro non è ancora finito. La priorità attuale, che andrebbe risolta anche in tempi piuttosto brevi, è quella relativa alla retroguardia. La dirigenza rossonera sa di dover acquistare un altro centrale che possa arricchire un reparto che conta diversi problemi. Alessio Romagnoli ne avrà fino a fine settembre, ma non è detto che sia subito pronto per giocare, Musacchio deve ancora ultimare la riabilitazione e Duarte, che non gioca una gara intera dallo scorso novembre, non sembra offrire garanzie. Il brasiliano potrebbe far spazio al nuovo acquisto, anche in prestito.

GLI ALTRI RITOCCHI - Stefano Pioli si è presentato a Dublino con un solo terzino destro di ruolo, non potendo ancora contare su Andrea Conti. Kalulu è rimasto fuori dai convocati per via dei numeri ridotti delle distinte, ma è chiaro che una scelta del genere fa capire che il giocatore non sia ancora ritenuto prontissimo dal tecnico emiliano. Difficile l'arrivo di un altro laterale, ma il Milan potrebbe "sistemare" questo problema andando a trovare un centrale che possa operare eventualmente anche a destra, ricordando sempre che anche Saelemaekers potrebbe abbassarsi. Se i rossoneri dovessero qualificarsi ai gironi di Europa League è probabilissimo che arrivi un nuovo centrocampista (Bakayoko o chi per lui), discorso simile anche per l'eventuale sostituto di Paquetà. Il brasiliano è fuori dal progetto e sarà ceduto, al suo posto il Milan potrebbe trovare un giocatore offensivo più funzionale che possa completare in tutti i sensi il reparto.