Milan, il prestito di Piatek non è la soluzione: ci vogliono pazienza e rinforzi giusti per l'attacco

16.11.2019 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Milan, il prestito di Piatek non è la soluzione: ci vogliono pazienza e rinforzi giusti per l'attacco

Nelle ultime ore si è rincorsa la voce secondo cui Krzysztof Piatek potrebbe tornare al Genoa, teoricamente in prestito, per rigenerarsi e ritrovare la via del gol. Una mossa che in passato ha funzionato, vedi Suso e Niang, ma per giocatori che all'epoca erano più giovani rispetto al polacco (lo spagnolo ne aveva 22, Niang 20) e che, soprattutto, non erano ancora riusciti ad imporsi continuativamente in rossonero. Il Pistolero ha realizzato undici gol con il Milan nella prima parte di 2019, dato che non può essere dimenticato nonostante gli ultimi mesi.

IPOTESI - Un ritorno in prestito al Genoa sarebbe una bocciatura definitiva per il classe '95, atto esclusivamente a rilanciarlo in ottica mercato. Ma se i gol non dovessero arrivare neanche in rossoblù, e sappiamo che per un attaccante del genere conta anche il contributo del resto della squadra, il suo valore rischierebbe di crollare, forse definitivamente. Che Piatek si stia dimostrando una delusione è fuor di dubbio, ma prima di prendere decisioni drastiche bisogna ragionare su tanti aspetti. Quanti centravanti hanno fallito in rossonero in questi anni? La colpa andrà ripartita chiaramente anche tra i calciatori, ma forse il problema sta altrove...

MIGLIORAMENTI - Più che prestare Piatek, il Milan ora dovrebbe pensare a trovare quei giocatori che possano migliorare il tenore offensivo della squadra. Correa avrebbe fatto tanto comodo al polacco, ma anche un'altra seconda punta capace di saltare l'uomo, creare superiorità numerica e segnare qualche gol. Possibile che non si riesca a trovare un innesto del genere? E per parlare di attualità, anche lo stesso Ibrahimovic sarebbe utilissimo al nativo di Dzierżoniów: i due potrebbero tranquillamente giocare insieme, stesso discorso per lo svedese e Leao. Togliere Piatek, a meno che non arrivasse un'offerta economica congrua (che permetterebbe di rimpiazzarlo), non è la soluzione giusta per questa squadra.