Milan, piace Abdulkadir Omur: ecco chi è la stella turca con la passione per il Kolbasti

18.08.2020 20:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Milan, piace Abdulkadir Omur: ecco chi è la stella turca con la passione per il Kolbasti

In Italia probabilmente è un nome esotico come tanti, misterioso e affascinante, ma in patria Abdulkadir Omur è considerato una delle stelle più brillanti del calcio turco. Classe 1999, numero 10 sulle spalle ed un'unica fede: quella del pallone. Di proprietà del Trabzonspor, Omur è un talento puro, tant'è che in Turchia tutti stravedono per lui. "È un giocatore creativo ma anche bravo a fare squadra. Abdülkadir è il tipo di centrocampista su cui puoi contare quando la partita non si sblocca, grazie alla sua intelligenza e alle sue doti di leadership". Parole di Sadi Tekelioğlu, direttore delle giovanili del Trabzonspor. Proviamo a conoscerlo meglio.

DA TREBISONDA - Abdulkadir Omur nasce a Trebisonda il 25 giugno 1999. Il calcio è ovviamente la sua passione più grande, ma viene scoperto dal Trabzonspor "solo" a 11 anni. La trafila nel settore giovanile promette benissimo, visti i tanti gol messi a segno. Il 12 gennaio 2016 arriva, all'età di 16 anni, l'esordio in prima squadra in Coppa di Turchia, contro l'Adanaspor. Il talento c'è e si vede, ed è chiara la volontà del club di non bruciarlo e inserirlo nel modo giusto nel calcio dei grandi. La stagione 16/17 è ancora di transizione, mentre nell'annata 17/18 arriva la definitiva consacrazione in prima squadra. Omur inizia a mettersi in mostra e colleziona le prime 29 presenze in campionato, condite da 3 gol e 6 assist. Ad oggi il suo score con la maglia rossoblu è di 92 presenze, 11 gol e 13 assist. Quella appena finita è stata una stagione segnata da un brutto infortunio al menisco che l'ha tenuto fuori da settembre a febbraio, ma il giocatore sembra essersi ripreso al meglio dal grave problema fisico. Da segnalare anche la presenza fissa nelle giovanili della nazionale turca: dall'Under 15 alla nazionale maggiore il giovane esterno ha collezionato 65 apparizioni internazionali.

UNA SCHEGGIA - Guardandolo giocare non può che saltare subito all'occhio la sua incredibile velocità, che unita alla sua statura minuta (1,68m per 62kg) lo rendono letteralmente una scheggia impazzita sulla fascia destra. Omur mette in mostra anche un gran controllo del corpo anche grazie al baricentro basso: agilità ed equilibrio combinate alla sua grande tecnica lo rendono un dribblatore davvero temibile per gli avversari. Di piede sinistro, il turco non ha nel tiro la sua arma migliore ma ha una notevole visione di gioco e un piede abbastanza educato con cui riesce spesso a verticalizzare per i suoi compagni. È un giocatore capace di creare la superiorità numerica sia con la giocata personale che con un passaggio, qualità che lo rendono un jolly offensivo davvero interessante. Ama partire da destra da posizione arretrata per poter attaccare la profondità, soprattutto palla al piede, e creare così distanza dal difensore grazie al suo scatto bruciante. Non ha paura di tentare la giocata e sulla carta è un profilo adatto al calcio di transizione di Stefano Pioli, che sfrutta al massimo le ripartenze e i buchi lasciati dietro dagli avversari grazie a verticalizzazioni e agli strappi di giocatori veloci come Theo, Bennacer e Rebic.

MERCATO - Intervistato da tuttomercatoweb, il suo agente George Gardi ha parlato così del suo futuro: "Disegna calcio, è un giocatore che trasmette emozioni: è un trequartista con tecnica impressionante, capitano del Trabzon. Stravedo per lui, può fare una carriera importante. Non è solo un talento, un giocatore, ma un simbolo. È come se in Italia stessimo parlando di uno del valore di Baggio, Totti, Del Piero. Portarlo via non è semplice e lo ha detto anche il Presidente del Trabzonspor: sono state rifiutate offerte importanti per lui in questo mercato". E infatti nelle ultime ore dalla Turchia si parla di un'offerta da 20 milioni del Milan per il giocatore rifiutata dal club turco, mentre in Italia arrivano conferme sull'interesse: i rossoneri lo seguono con attenzione da tempo. Da qui a parlare di affare fatto ce ne passa, ma un'offerta sui 25 milioni di euro potrebbe convincere il presidente del Trabzonspor. Sul talento classe '99 comunque c'è da registrare l'interesse di diverse squadre europee e italiane, fra cui l'Atalanta.

CURIOSITÀ - Originario di Trebisonda e profondamente legato alla sua terra, Abdulkadir Omur si è messo più volte in mostra ballando con i suoi compagni di squadra il "Kolbastı", ballo originario della città portuale turca che nasce negli anni '30 ed è recentemente tornato in voga sia come danza da matrimonio e sia fra i giovani, per mettersi in mostra e attirare le ragazze.