Milan, una settimana al raduno: Pioli ha 23 giocatori ma nei fatti sono ancora meno

17.08.2020 18:00 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Milan, una settimana al raduno: Pioli ha 23 giocatori ma nei fatti sono ancora meno

Il calcio post-Coronavirus è caotico, costante e sembra non fermarsi mai. Conclusasi da poco la stagione italiana 2019/20, protrattasi dopo il lockdown, diverse squadre di Serie A tra cui il Milan sono pronte a ricominciare la nuova annata. I rossoneri, infatti, tra una settimana esatta si ritroveranno a Milanello dove cominceranno a preparare i preliminari di Europa League e un’altra stagione che dovrà essere vissuta, senza dubbio, con minori peripezie rispetto allo scorso anno. La rosa a disposizione di Stefano Pioli, tuttavia, è corta e necessita di rinforzi sia in vista dei tanti impegni ravvicinati sia per tenere fede all’intenzione di conquistarsi un posto in Champions League.

RINFORZI NECESSARI - Tra prestiti scaduti, contratti in scadenza e partenti dichiarati, la rosa del Milan ad oggi conta 23 giocatori me effettivamente presto potrebbero essere meno. Di questi, tuttavia, non sono certi del proprio futuro Reina, Calabria, Krunic e Paquetà, oltre ad altri possibili partenti che sottolineano, ancora di più, la necessità di rinforzare la rosa rossonera. In questo senso, tra i ruoli che necessitano maggiore attenzione sicuramente vi sono la difesa e il centrocampo che, tra infortuni e partenze, sono momentaneamente privi di quattro elementi. Se in difesa l’attenzione è incentrata su un centrale difensivo e un laterale destro, il centrocampo tra titolari e riserve necessita di almeno di tre elementi. I nomi sul taccuino rossonero a livello difensivo, per ora, sono quelli di Milenkovic e Aurier per cui le trattative non sono facili mentre a centrocampo il nome più in voga è quello di Bakayoko. Oltre al ritorno del francese, per la mediana si monitorano anche i nomi di Pessina e Pobega, rientrante dall’esperienza al Pordenone e desideroso di conquistarsi un posto in prima squadra.

ROSA COESA - Seppur corta, il gruppo dei giocatori rossonero si è mostrato unito e coeso in questa stagione. Nonostante la stagione altalenante, infatti, la formazione di Stefano Pioli ha mostrato una forte unità di gruppo che, nella seconda parte di stagione, è stata tra le componenti fondamentali per la scalata rossonera al sesto posto. In questo senso, quindi, per non alterare gli equilibri del Milan è importante che i rinforzi siano mirati e oculati al fine di rinforzare la rosa rossonera e non indebolirla.