MN - Milan, il punto su mercato tra centrocampo e difesa: i nomi caldi

09.08.2022 14:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
MN - Milan, il punto su mercato tra centrocampo e difesa: i nomi caldi
MilanNews.it

Il rinnovo di Ibra e Mirante, le conferme di Messias e Florenzi e il gran colpo di Charles De Ketelaere dal Club Bruges. Quello del Milan finora è stato un mercato "semplice" ma con un senso ben preciso. Nessun acquisto fatto tanto per, le scelte sono state ragionate e ponderate. Ora, a meno di un mese dalla chiusura della sessione estiva, i rossoneri sono pronti ad accelerare anche sul fronte centrocampista e difensore: dopo le uscite di Kessie e Romagnoli sono quelli i due ruoli che Maldini e Massara vogliono rinforzare, per poter dare a mister Pioli una rosa ancora più completa, numericamente e qualitativamente, competitiva.

RAPHAEL ONYEDIKA - Il nigeriano classe 2001 piace tanto all'area tecnica rossonera. Il centrocampista del Midtjylland, che questa sera sarà impegnato nei preliminari di Champions contro il Benfica (chiamati alla difficile impresa di ribaltare il 4-1 dell'andata), rientra sia nei parametri tecnici che in quelli economici: la richiesta del club danese infatti si aggira sui 7 milioni di euro circa. Da domani si potrebbero intensificare i contatti tra i due club.

ABDOU DIALLO - È lui il preferito per la difesa. Classe '96, piuttosto veloce, ottima tecnica e possibilità di ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro. Il centrale del PSG è un ottimo giocatore che a Parigi non è riuscito a ritagliarsi abbastanza spazio: è in uscita, e Maldini e Massara contano proprio su questo. Il duo dirigenziale rossonero punta ad un prestito con diritto di riscatto, per ora Antero Henrique chiede una cessione a titolo definitivo o un obbligo di riscatto; da domani è prevista un'accelerata anche su questo fronte. Rimane sullo sfondo anche Tangangna del Tottenham, ma il preferito è sicuramente Diallo.

Inoltre, sono attesi sviluppi, tra domani e venerdì, anche su Tommaso Mancini, attaccante classe 2004 del Vicenza.

di Pietro Mazzara.