MN - Premio Gentleman, Romagnoli: "Ho tanti motivi per restare al Milan. Crediamo ancora alla Champions"

20.05.2019 20:37 di Fabio Anelli Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dalla scuola militare Teuliè, Antonio Vitiello
MN - Premio Gentleman, Romagnoli: "Ho tanti motivi per restare al Milan. Crediamo ancora alla Champions"

Presente al Premio Gentleman, Alessio Romagnoli ha parlato così ai cronisti presenti. Queste le dichiarazioni raccolte dall’inviato di MilanNews.it: “Noi ci crediamo. Daremo il massimo per vincere domenica e aspetteremo gli altri risultati. Non dipende da noi, il nostro obiettivo è vincere. Non entrare in Champions non sarebbe un fallimento ma un grane dispiacere. Abbiamo sbagliato diverse partite, ora dobbiamo dare l’ultimo sprint. Noi ci crediamo sempre, ieri non è stata una partita facile, il Frosinone ha giocato al massimo. Aspettiamo, lavoreremo duro in settimana.

Su Donnarumma: “Siamo grati, è un fenomeno e ci ha salvati. Si merita i complimenti, è un bravissimo ragazzo”

Su Gattuso: “Ha avuto un anno difficile, è cresciuto tanto. È una persona vera. È stato bravo a migliorarci rispetto all’anno scorso, quando da un momento delicato ci ha portato in alto. Ci ha fatto lavorare subito quest’anno. È stato molto bravo nel gestire il gruppo”

Su Barzagli: “E’ stato un punto di riferimento, voglio fargli i complimenti, ho avuto la fortuna di giocarci insieme in Nazionale. Il calcio italiano sentirà la sua mancanza”

Sul futuro di Gattuso: “Le voci non influiscono sullo spogliatoio”

Sul post derby: “Non siamo stati lucidi, abbiamo sbagliato qualche partita di troppo. È colpa nostra, l’importante è imparare dai prossimi errori”

Sul futuro: Sto bene a Milano, finché sto bene sto qua poi vedremo”

Su un anno senza Champions: “Sarebbe un altro anno con l’obiettivo di entrare in Champions, come quest’anno. Ancora però non si sa perché manca una giornata e tutto può succedere”

Sul rimanere al Milan: Io sto bene qua. Le voci sono voci di cui deve parlare della società, io sto bene qua, mi trovo bene a Milano e sono il capitano. Ho tanti motivi per stare qui”.