Pioli a Sky: "Non è il nostro miglior momento, era importante passare il turno. Dobbiamo tornare a dominare le gare"

25.02.2021 23:26 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Pioli a Sky: "Non è il nostro miglior momento, era importante passare il turno. Dobbiamo tornare a dominare le gare"

Stefano Pioli è stato intervistato da Sky Sport nel postpartita di San Siro.

Sulla gara: "La squadra è mentalmente matura, è chiaro che non siamo nel nostro momento migliore. I risultati positivi ci hanno dato fiducia, qualcosina è venuta meno. Abbiamo fatto una gara seria, ci dispiace non aver gestito bene il vantaggio, ma era importante passare il turno contro un avversario che ci ha creato difficoltà ma il Milan ha comunque meritato".

Sul bicchiere mezzo pieno o vuoto: "Il bicchiere è ancora colmo di positività, l'Europa League è il nostro obiettivo ma ti dà la certezza di arrivare in Champions solo se la vinci. Commettiamo qualche errore di troppo ma questo è un momento importante, bene aver passato il turno per ritrovare un po' di fiducia".

Sulle occasioni da gol: "Abbiamo avuto le occasioni a differenza dell'andata, non ci siamo accontentati come all'andata. Abbiamo avuto le occasioni, poi l'avversario anche se in dieci può creare difficoltà. Abbiamo richiesto tanto ai nostri giocatori a livello mentale. A questo livello basta un passaggio meno preciso per diminuire il livello di prestazione e diminuire il livello di qualità".

Sul momento: "Cerco di stare vicino ai miei giocatori, cerco di spronarli, quando c'è stato bisogno di dire le cose lo abbiamo fatto. La responsabilità ci sta mettendo un po' il freno e non dev'essere così. Siamo una squadra giovanissima, deve passare anche da queste difficoltà".

Su cosa non va tatticamente: "Prima riuscivamo di più a comandare le partite, a comandare meglio dal basso. Questo ci permetteva soluzioni offensive e di impedire le ripartenze. Ora questo fraseggio un po' perché gli avversari ci conoscono di più, forse perché ci muoviamo meno. Dobbiamo ritornare a dominare un po' di più le partite e subirle meno, ci vuole una costruzione più precisa e dei movimenti più coordinati. Lavoremo molto su quello".