Rebic, piccoli passi verso il rientro: quanto è importante recuperare in fretta sia lui che Origi...

29.09.2022 16:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Rebic, piccoli passi verso il rientro: quanto è importante recuperare in fretta sia lui che Origi...
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Ante Rebic, out da un mese per un problema di ernia discale, si avvicina al rientro in campo, anche se non ci sono ancora certezze su quando potrà tornare effettivamente tra i convocati di Stefano Pioli: l'attaccante croato ha infatti svolto una parte dell'allenamento odierno insieme ai compagni di squadra, per poi proseguire il suo lavoro personalizzato. Non è tornato invece ancora in gruppo Divock Origi. 

CALENDARIO FITTO - Da qui alla pausa per i Mondiali, il Milan è atteso da 12 partite in 43 giorni. Un calendario fittissimo nel quale c'è bisogno di tutti e quindi il recupero di Rebic e Origi diventa fondamentale per fare delle rotazioni anche in attacco. Fino a questo momento, Olivier Giroud è stato superlativo, ma domani farà 36 anni e quindi è impensabile che possa giocare sempre al top ogni tre giorni. Per questo motivo, Pioli ha bisogno di recuperare il prima possibile sia Rebic che Origi. 

NIENTE DATE - Il croato, che dovrà far respirare ogni tanto anche Rafael Leao a sinistra, sembra essere il più vicino al rientro visto che ha già fatto qualcosa in gruppo, ma non ci sono date in merito al suo ritorno in campo perchè lo staff medico rossonero vuole andarci molto cauto visto che il suo problema non è semplice da smaltire. Da capire anche quando potrà tornare a disposizione Origi che sta lavorando ancora a parte. La speranza è che almeno uno dei due possa rientrare già nei prossimi giorni per il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea.