Tuttosport - Elliott vuole lasciare il club in buone mani. Milan, tra Investcorp e RedBird

07.05.2022 10:00 di Francesco Finulli   vedi letture
Tuttosport - Elliott vuole lasciare il club in buone mani. Milan, tra Investcorp e RedBird
MilanNews.it

Le chiacchiere riguardanti la cessione del Milan sono ogni giorno sempre più insistenti, a maggior ragione dopo che nelle ultime ore si è materializzata una nuova possibilità come quella di RedBird che ha minato le certezze di Investcorp. Il fondo arabo non è più in posizione di vantaggio a causa dell'esclusività finita con Elliott e la pretendente americana guidata da Cardinale, già ben inserita nel mondo dello sport, farebbe sul serio.

Elliott vuole il bene del Milan

Nonostante dal fondo Elliott, attuale proprietario del club rossonero, non siano mai arrivati commenti nè su Investcorp nè tantomeno in queste ore su RedBird, Tuttosport riferisce una questione importante che riguarda quello che sarebbe l'intento di Singer e soci. Infatti il fondo americano che a oggi detiene le quote di maggioranza del Milan non ha intenzione di vendere a società che potrebbero gravare sul club con debiti sottoscritti proprio in fase di acquisto. Il lavoro svolto negli ultimi 4 anni dal fondo Elliott è stato quasi miracoloso: le casse del Milan sono state risanate e la diretta conseguenza è stata un miglioramento evidente delle prestazioni sportive della squadra. La proprietà americana rossonera non vuole dunque lasciare a dei proprietari che corrano il rischio di scialacquare quanto di buono fatto nell'ultimo quadriennio.

Investcorp arenato, RedBird slanciato

La differenza nella battaglia tra Investcorp e RedBird starebbe tutta qua. La trattativa, non più in esclusiva, con il fondo arabo si sarebbe rallentata proprio perchè era complicato trovare una quadra nelle modalità di pagamento. La società di base in Bahrain è riuscita a mettere da parte 800 milioni di euro grazie ai suoi sottoscrittori ma gli altri 400 milioni sarebbero frutto di un'operazione di finanziamento che andrebbe a coinvolgere società e banche importanti. In questo senso RedBird, anche se offre di meno (1 miliardo contro 1.18 miliardi degli arabi), dà maggiori garanzie perché la cifra sarebbe tutta farina del suo sacco. Ad ogni modo, Elliott in questo momento ha l'esigenza che la testa di tutti rimanga sul campo dove il Milan gioca per traguardi importanti.