L'oro del Milan più esposto con gli ottavi: quattro rinnovi determinanti per il futuro

04.11.2022 08:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
L'oro del Milan più esposto con gli ottavi: quattro rinnovi determinanti per il futuro
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Che il Milan fosse una squadra ricca di giovani talentuosi non lo si è certo scoperto in queste ore, ma è chiaro che la qualificazione agli ottavi di Champions League della squadra di Stefano Pioli alza l'asticella e, di conseguenza, mette ancora più in vista i vari pezzi pregiati della rosa rossonera. Tra questi ve ne sono quattro che, anche contro il Salisburgo, hanno dimostrato di essere assolutamente determinanti per il presente e per il prossimo futuro del Milan: Bennacer, Leao, Kalulu e Giroud. Rinnovo permettendo.

Due casi spinosi
La vicenda rinnovo di Leao è nota a tutti: il calciatore portoghese è tra i più richiesti del panorama mondiale, ma il Milan ha voglia e volontà di trattenerlo; due settimane fa, Maldini e Massara hanno incontrato in sede l'avvocato francese del numero 17 per un primo incontro che sblocchi la situazione legata, oltre che all'ingaggio del calciatore (possibile la quadra intorno a 6,5 milioni annui più bonus), alla spinosa questione della multa con lo Sporting Lisbona. Per Leao è lunga e si continuerà a trattare. Si continua a trattare anche con Bennacer dopo che, con l'arrivo di Red Bird e il miglioramento delle sue prestazioni sul campo, l'algerino ha chiesto un aumento: possibile la quadra intorno ai 4 milioni di euro.

Francesi scoperte
Per motivi diversi fra loro, Giroud e Kalulu sono stati delle scoperte a questo livello: Olivier era da molti considerato sulla via del tramonto, ma al Milan si è confermato un campione quale è sempre stato, mentre per Pierre, arrivato con 0 presenza da professionista, ogni passo verso la gloria è stato una sorpresa. Considerando l'età, per il centravanti francese, in scadenza nel 2023, il rinnovo non sarà un problema e le parti stanno trattando per limare i dettagli. L'accordo con Kalulu, invece, va nuovamente rifinito dopo il cambio dell'agente da parte del difensore che, comunque, è legato al Milan fino al 2025 con uno stipendio bassissimo che, per bontà di entrambe le parti, dovrà essere aumentato.