Marchetti: "Milan, priorità a Tomori e Tonali. Ilicic alternativa a Calha. Giroud è un'opportunità di mercato"

27.05.2021 21:02 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Marchetti: "Milan, priorità a Tomori e Tonali. Ilicic alternativa a Calha. Giroud è un'opportunità di mercato"
MilanNews.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Luca Marchetti, giornalista, si è così espresso negli studi di SkySport sul mercato del Milan: "Ci sono delle situazioni in casa Milan che vanno affrontate un passo alla volta. Il Milan ha delle necessità sul mercato e ci sono delle prorità. Priorità numero 1 entro il 30 giugno il riscatto di Tomori. Il Milan vuole andare a parlare con il Chelsea per capire se è possibile modificare la cifra, modificare i termini di pagamento, magari rinnovare il prestito e fissare il riscatto dilazionato nel tempo; non sarà facile, non è semplice trattare con gli inglesi, però il Milan ci deve provare.

Su Tonali: "Stesso discorso per Tonali: è un grande giocatore e non viene messa in discussione la sua qualità. Anche a causa degli infortuni e del covid ha avuto una stagione non esaltante, ma secondo il Milan diventerà a prescindere un giocatore da top team, magari con un po' più di ritardo rispetto alle previsioni; quindi la cifra del riscatto di 35 milioni sarà possibile modificarla o mettere dei bonus legati alle presenze o con un pagamento diverso? Si può cambiare qualcosa parlandone con Cellino. Bisogna risolvere queste situazioni entro il 30 giugno quando scadono le opzioni di rinnovo".

Sui nomi in entrata: "Ilicic è possibile alternativa a Calhanoglu; sui rinnovi il Milan ha fatto capire la sua idea con la gestione Donnarumma; se lo sloveno dovesse andar via dall'Atalanta lo potrà fare con la formula Papu: 5-6 milioni. Giroud è un nome, un'opportunità che il mercato ha perché è in scadenza. Noi sappiamo che il Milan non ha ancora parlato con i suoi agenti, perché le idee del Milan potrebbero essere in questo momento su giocatori più giovani. Giroud può essere una valida alternativa alle idee più giovani perché, nonostante l'età, ha ancora discreti numeri nel sangue".