Milan, domani parte la settimana delle ufficialità

09.06.2019 08:15 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Milan, domani parte la settimana delle ufficialità

Sarà una settimana molto intensa quella che parte domani. Il Milan deve provare ad accelerare con la costruzione della squadra dirigenziale e quella dei giocatori per provare a arrivare al ritiro dell’8 luglio con molte situazioni già definite. Al momento manca l’allenatore, un direttore sportivo, l’ufficialità di Paolo Maldini come dt e il ritorno di Boban nel board dirigenziale. Mancano anche diversi giocatori dopo l’addio di 6 elementi a fine anno, come Montolivo, Bertolacci, Mauri, Zapata, Abate e il mancato riscatto di Bakayoko,  insomma c’è tanto da fare. In tutto ciò che la sentenza Uefa è stata rimandata, si attende il ricorso al Tas di Losanna per conoscere le sanzioni che i rossoneri dovranno scontare per aver sforato i parametri del Fair Play Finanziario.  

 A due settimane dall’addio di Gattuso e Leonardo, i rossoneri in pochi giorni devono spingere forte sull’acceleratore e ufficializzare diversi ruoli. Manca poco per l’allenatore, poiché Marco Giampaolo deve solo liberarsi dalla Samp e firmare col Milan un biennale con opzione per il terzo. Stesso discorso per Boban che ha accettato di tornare in rossonero ma deve superare la resistenza di Gianni Infantino che non vuole liberarlo dalla Fifa. Analogia che coinvolge Igli Tare, prescelto da Maldini per ricoprire il ruolo di direttore sportivo, ma che Lotito non vuole assolutamente lasciarlo andare. Ecco perché c’è uno stallo a Casa Milan, e senza l’ok di Tare si proverà a convincere altri direttori sportivi nel panorama calcistico italiano, senza però scartare piste straniere.