Milan, il lavoro non è finito. Krunic svela i segreti di un gruppo pazzesco. Tre rinforzi già pronti

17.05.2022 14:22 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Milan, il lavoro non è finito. Krunic svela i segreti di un gruppo pazzesco. Tre rinforzi già pronti
MilanNews.it

L’ultimo centimetro prima del traguardo. Manca davvero pochissimo per chiudere nel migliore dei modi una stagione davvero pazzesca da parte del Milan. Basti pensare che la squadra rossonera ha ottenuto 83 punti e soltanto nel 2005/06 ha fatto meglio (88) in una singola stagione nell’era dei tre punti a vittoria (escluse penalità). Una cavalcata incredibile che domenica ha regalato una giornata di passioni ed emozioni ai 75 mila di San Siro, un bagno di folla che i giocatori difficilmente dimenticheranno. Ma ciò che ha realizzato il Milan durante l’anno meriterebbe di essere premiato. E c’è ancora chi pensa che questa squadra sia lì per caso. Dopo due campionati interi tra primo e secondo posto, dopo aver battuto praticamente tutte le big e vinto ovunque.

Da oggi si comincerà a lavorare duramente per la trasferta di Reggio Emilia, dove ancora una volta ci sarà un pubblico meraviglioso a sostenere la squadra di Pioli. L’allenatore rossonero nei giorni scorsi ha fatto vedere un video motivazionale: “Ai ragazzi ho fatto vedere un'intervista di Kobe Bryant in cui diceva che, nonostante il 2-0 nei playoff di NBA, il lavoro non era ancora finito. E lo stesso vale per noi, abbiamo fatto tanto, ma non ancora tutto”. Si preparano anche così le partite, puntando direttamente alla testa e ai sentimenti dei giocatori. Il lavoro non è ancora finiti, serve l’ultimo grande sforzo.

Al Milan c’è la giusta alchimia tra società, squadra e tifosi, c’è l’ambiente giusto per fare bene. Non è una banalità. I momenti difficili si superano solo se hai una rosa compatta, dove tutti si sentono parte integrante del progetto. Tutti si aiutano, tutti danno il 100%, e pure chi gioca meno ha un ruolo fondamentale, perché le sostituzioni con i cinque cambi a disposizione ormai stravolgono le partite. Pioli è stato bravo a coinvolgere ogni singolo elemento della squadra, a tenere l’ambiente compatto stimolandolo settimana in settimana. Il segreto di questo Milan si può racchiudere nel pensiero di Krunic: “Sono sempre disponibile per la squadra. Di qualsiasi cosa ci sia bisogno: 1 minuto, 30 o 95 minuti non mi importa, mi importa solo fare il massimo. Poi a volte sbaglio, forse ci sono giocatori più importanti di me, però tutti diamo il massimo e questa è la cosa più importante che deve rendere orgogliosi i nostri tifosi”.

Ieri sera sono circolate voci su Rafa Leao accostato alla Juve solo perché l’attaccante del Milan era allo stadio. In verità Rafa approfittando del giorno libero concesso da Pioli ha fatto visita all’amico Moise Kean. E’ stato invitato dallo juventino, ed è l’unica motivazione della sua presenza a Torino.

Per quanto riguarda il mercato in entrata sono pronti i primi tre rinforzi della prossima stagione. Maldini negli ultimi giorni ha avuto altri colloqui proficui con gli entourage di Origi, Botman e Sanches. Per la punta belga e il difensore olandese è quasi tutto fatto, mentre per Sanches le parti si sono avvicinate tanto in questi ultimi giorni. Saranno loro i primi rinforzi del Milan della prossima stagione.