Milan-Simakan: accordo vicino. Koné, si tratta. Progetto Elliott non si ferma, tempo di crisi ma il club spende

06.01.2021 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonio Vitiello
Milan-Simakan: accordo vicino. Koné, si tratta. Progetto Elliott non si ferma, tempo di crisi ma il club spende

Potrebbe essere una delle sessioni di mercato più povere di sempre, con tante società che a stento riescono a pagare gli stipendi e sopravvivere fino al termine della stagione. La crisi innescata dal Covid si è abbattuta sul calcio internazionale ma ci sono anche delle eccezioni. Il Milan, come tutte le società, ha perso molti milioni dagli introiti da stadio, tanto che il bilancio presenta un rosso ancora acceso, ma il progetto Elliott va avanti senza tentennamenti. La proprietà è solida e metterà a disposizione della dirigenza un’altra ventina di milioni da spendere sul mercato di gennaio, e sarà uno dei pochi club in Italia ad investire ancora. Una quindicina saranno stanziati per il difensore, cinque per il mediano e l’ultima settimana si lascerà spazio alle classiche occasioni (potrebbe essere anche in attacco, nulla viene escluso a priori).

L’operazione pe acquistare Mohamed Simakan procede bene, ma non è ancora arrivata la definitiva fumata bianca. Da quello che risulta alla nostra redazione c’è ancora una differenza di 2-3 milioni che potrebbe essere colmata con l’aggiunta di bonus legati al piazzamento in Champions League. L’affare potrebbe chiudersi a metà strada, sui 18 milioni di euro (con bonus) ma serve che lo Strasburgo abbassi le pretese (inizialmente i francesi sono partiti da 20 milioni) e che il Milan alzi leggermente l’offerta. C’è fiducia e ottimismo, Simakan piace alla dirigenza perché ritenuto un difensore forte e potente, che può giocare sia da centrale che esterno destro. Con il giocatore c’è già accordo da mesi per un contratto di 5 anni.

E’ un Milan che vuole pescare ancora in Francia grazie alle conoscenze del capo scouting Geoffrey Moncada, abile nel crearsi una rete di osservatori nei vari campionati francesi. E dopo aver preso Leao dal Lille e Kalulu dal Lione, i rossoneri provano a strappare Simakan allo Strasburgo e Emmanuel Kouadio Konéal Tolosa. Il mediano è un’urgenza per il Milan, che sta giocando da tempo con due elementi di ruolo come Kessie e Tonali e un giocatore adattato come Krunic. Dopo l’infortunio di Bennacer la coperta si è accorciata in quella zona del campo, e infatti le squalifiche di Kessie con la Lazio e Tonali con la Juve hanno mandato in emergenza il reparto. Konè viene ritenuto pronto dallo scouting milanista, c’è già l’ok del ragazzo per il trasferimento a Milano ma non ancora il placet del Tolosa. Il Milan per un 19enne della serie B francese vorrebbe spendere 5-6 milioni mentre la richiesta supera i dieci milioni. La trattativa andrà avanti e anche in questo caso c’è fiducia per chiudere.  

Milan-Juve, peccato che non ci sarà Zlatan Ibrahimovic, sarebbe stato un elemento in più per lo spettacolo di un match storico per il nostro campionato, e sicuramente un’arma infallibile per Stefano Pioli. Lo svedese manca tanto, soprattutto per la sicurezza che dà in campo ai compagni, ma fino ad ora il gruppo di Pioli ha retto bene e spera di farlo anche stasera contro la formazione guidata dall’ex Pirlo.

di Antonio Vitiello