ESCLUSIVA MN - Hubner: "Giusto che Leonardo sproni Higuain, la società si aspetta di più. Sensi? Vorrei un nome più altisonante"

09.01.2019 14:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Hubner: "Giusto che Leonardo sproni Higuain, la società si aspetta di più. Sensi? Vorrei un nome più altisonante"

Per commentare il momento del Milan, la redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva l'ex bomber Dario Hubner con il quale abbiamo parlato di Gonzalo Higuain, di Lucas Paquetà e delle voci su Stefano Sensi. Ecco le sue parole:

Sig.Hubner, hanno fatto molto rumore le parole di ieri di Leonardo su Gonzalo Higuain. Lei cosa ne pensa? Le vede più come un rimprovero o come un tentativo per spronare il giocatore argentino?
"Sì possono essere viste come parole per spingerlo a fare meglio. Uno come Higuain non ha bisogno di essere spronato, ma in certi momenti forse ha bisogno anche lui di queste tiratine d'orecchie. L'argentino è il giocatore più importante del Milan e la società si aspetta molto di più da lui, quindi è normale che Leonardo parli di lui prima che degli altri visto che il Pipita è il punto di riferimento della squadra di Gattuso".

Si aspettava di più da Higuain in questa prima parte di stagione?
"Io giudico le punte sempre anche dai compagni di squadra. Gli attaccanti, da soli, non fanno gol. In questa stagione ho visto tutte le partite di Higuain con la maglia del Milan e, a parte a Frosinone dove ha avuto tre o quattro occasioni importanti, non è stato mai servito in maniera continua e giusta. Non darei tutte le colpe ad Higuain, l'attaccante fa gol grazie ai compagni. Se non fa gol, la colpa è un po' sua e un po' dei compagni di squadra che non lo mettono in condizione di tirare in porta".

Nelle ultime settimane, si è parlato tanto di un possibile scambio Higuain-Morata. Come lo vedrebbe?
"Il discorso è sempre quello di prima: una punta è brava se è messa nelle condizioni di tirare in porta e fare gol. Questo discorso vale per Higuain, per Morata, per Bacca e per tutti gli attaccanti. Purtroppo per l'argentino, in questa prima parte di stagione, non ha avuto tantissime occasioni, anzi forse ha fatto più il rifinitore che la punta. Secondo me l'importante per il Milan è riuscire a mettere Higuain nelle condizioni di tirare in porta, poi lui i gol li ha sempre fatti".

E' incuriosito anche lei da Lucas Paquetà? 
"Bisogna conoscerlo e vederlo nel nostro calcio. Vedremo, il nostro campionato è molto difficile e duro. Vedremo se sarà in grado di dare subito una mano al Milan".

Per il centrocampo si fa il nome di Stefano Sensi del Sassuolo. Può essere l'innesto giusto per il Milan?
"Sensi è un buon giocatore, però dal Milan mi aspetterei un nome più altisonante. Se si vuole crescere e andare in Champions, è il momento per i rossoneri di prendere giocatori da Champions. Servono giocatori di alto livello. Sensi è un buon giocatore, ma se il Milan vuole davvero tornare a competere anche le squadre europee più forti deve incominciare a comprare giocatori importanti".