Hellas, domenica c'è il Milan. Con uno Stepinski in più

12.09.2019 13:49 di Salvatore Trovato   Vedi letture
Fonte: Tmw
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Hellas, domenica c'è il Milan. Con uno Stepinski in più

Meno tre al rompete le righe. Verona si appresta a rivivere una serata di grande calcio: domenica alle 20:45 è in programma la sfida contro il Milan, primo vero big match della stagione. L'attesa in città è febbrile: sono oltre diciassettemila i tagliandi staccati sin qui tra abbonati e paganti. Un dato destinato a crescere nelle prossime ore. L'entusiasmo è palpabile e alimentato dall'ottimo avvio della squadra, ancora imbattuta in campionato, e dal colpo di coda - tra gli altri - del d.s. D'Amico, che ha assicurato a Juric una punta di valore come Stepinski. Il polacco, ieri presentatosi alla stampa, ha messo un po' di pepe nella storica rivalità con la sua ex squadra, il Chievo: "Qui la tifoseria è molto più calda", ha detto. Oggi invece sarà la volta di Sofyan Amrabat, rinforzo per la mediana che avrà il compito di fare le veci dello sciagurato Badu.

I NAZIONALI - Diversi i giocatori impiegati con le rispettive selezioni. Sugli scudi Tupta, unico gialloblu a segno con la Slovacchia Under 21 nel k.o. contro l'Azerbaijan. Medesima categoria per Claud Adjapong, inserito da Nicolato nel secondo tempo del poker alla Moldavia. Minutaggio pieno per Rrahmani, protagonista del rocambolesco cinque a tre con l'Inghilterra che ha fatto seguito al successo di misura del suo Kosovo sulla Repubblica Ceca. Solo panchina, invece, per Kumbulla e Radunovic.

VERSO IL MILAN - Buone nuove per Juric che ritrova Samuel Di Carmine, tornato ad allenarsi con il gruppo martedì. Resta invece ai box Daniel Bessa, che sembra però tornato al centro del progetto: "Con lui eravamo d'accordo che in assenza di offerte importanti sarebbe rimasto da noi. Sarà un altro rinforzo", l'endorsement di ieri ai microfoni di Hellas Verona Channel di Tony D'Amico. Rispetto alla formazione anti-Lecce Juric potrebbe cambiare qualcosa: salgono le candidature di Stepinski e Verre, ipotesi conferma in toto di difesa e centrocampo.