Udinese, Gotti a DAZN: "Rigore concesso a tempo scaduto, succedesse ad altre squadre sarebbe il finimondo"

03.03.2021 23:23 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
Udinese, Gotti a DAZN: "Rigore concesso a tempo scaduto, succedesse ad altre squadre sarebbe il finimondo"

L'allenatore dell'Udinese Luca Gotti, intervistato da DAZN, ha parlato al termine di Milan-Udinese soffermandosi particolarmente sul sacrosanto rigore fischiato al 95esimo ai rossoneri: 

Sul rigore: “Accarezzato la vittoria è dir poco. L’epilogo è di quelli che non ti fanno dormire. Prendi il rigore in quel modo dopo che è finito il recupero. Succedesse alle altre squadre sarebbe il finimondo, succede all’Udinese e va tutto bene”.

Sulla partita: “Era ovvio che venivamo a fare una fase difensiva difficile. Venire qui a San Siro contro questo Milan ti costringe a fare una certa fase difensiva. L’avevamo preparata perché non fosse solo una partita difensiva, l’avevamo preparata perché poi durante la partita succedesse quello che è successo. Lasciamo stare il finale”.

Ancora sul rigore: “Le partite finiscono 5 secondi prima, non doveva proprio partire il cross al minuto 95:02. Comunque ora non cambia la situazione, che io sia incazzato è comprensibile”.

Sul finale: “Mi è dispiaciuto perdere la qualità di Pereyra in quel momento della partita. A partire da Pereyra che esce, Samir che esce, c’è stato un susseguirsi di eventi che ha modificato il finale di partita in un modo che non mi era prevedibile”.

Comunque un risultato importante: “Tutti i punti sono importanti, ne sono consapevole. La squadra non è venuta in gita, non è venuta con l’idea di fare solo bella figura. È facile fare bella figura, ma difficilmente torni a casa con i punti. Oggi al 95esimo ne avevamo tre”.