LA LETTERA DEL TIFOSO: “Il Milan ha bisogno di Rangnick” di Al Sharouqi

15.05.2020 15:30 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: scrivi a laletteradeltifoso@milannews.it
© foto di PhotoViews
LA LETTERA DEL TIFOSO: “Il Milan ha bisogno di Rangnick” di Al Sharouqi

Ci sono molti problemi importanti che il Milan sta incontrando durante l'ultimo periodo tra tecnico, amministrativo ed economico, e i tifosi del Milan in tutto il mondo stanno aspettando passi positivi da parte del Fondo Elliott per risolvere questi problemi. Ma bisogna essere pazienti. Dal punto di vista tecnico e amministrativo: sembra che il Fondo Elliott guidato dall'amministratore delegato Ivan Gazidis voglia fare una rivoluzione assumendo una figura ben nota come Ralf Rangnick per costruire squadre da zero. Rangnick è l'allenatore e il manager che ha una storia nota con l’Hoffenheim e Lipsia, al Milan può mettere in pratica una strategia chiara a breve termine, con influenza negli aspetti tecnici, atletici, amministrativi e medici attraverso la formazione di uno staff completo, sotto la sua gestione e scelta personale.

Ralf Rangnick è un allenatore e manager all’inglese, ma con stile tedesco. Fa affidamento su un moderno metodo di gioco del calcio che mette in pratica col pressing, recuperando la palla e tirando in porta in meno di 8 secondi, quindi punterà su giovani giocatori con altissime capacità di movimento e abilità tecniche. Disciplina e professionalità è uno dei punti più importanti su cui si basa l'allenatore tedesco.

Il Milan al momento ha bisogno di questa rivoluzione tecnica, poiché credo che Ralf Rangnick avrà potere, garanzie e il pieno appoggio dall'amministrazione, quindi sarà senza dubbio in grado di fare una rivoluzione, non solo al Milan, ma anche a livello del calcio italiano. In serie A è tempo d’introdurre idee moderne come l'Inghilterra ha fatto 10 anni fa, e possiamo vedere i risultati positivi.

Quindi penso che Rangnick sarà una vera e grande rivoluzione per il Milan e l'Italia. Sul lato economico: Ralf Rangnick ha molte relazioni che contribuiranno a innalzare gli sponsor e il finanziario al Milan, anche dal lato tecnico perché avrò l’opportunità di contrattare con un gruppo di giocatori con grandi capacità a basso costo, e ciò aiuterà a trovare giocatori a basso prezzo per poi essere venduti e creare una plusvalenza. Quindi il Fondo Elliott e il CEO Ivan Gazidis hanno scelto l'allenatore e il manager tedesco Ralf Rangnick per motivi tecnici, amministrativi ed economici. Ma questo passaggio richiede pazienza, i tifosi del Milan devono essere consapevoli che il calcio è completamente cambiato e per questi progetti e queste rivoluzioni occorre calma e pazienza. Nell'attesa possono cercare di supportare la squadra, e non dimentichiamo che abbiamo raggiunto grandi tappe nell'ottenere l'approvazione al progetto finale del nuovo stadio di Milano, molte cose meritano pazienza e il Milan se lo merita.

𝙎𝙪𝙡𝙩𝙖𝙣 𝘼𝙡 𝙎𝙝𝙖𝙧𝙤𝙪𝙦𝙞 dal Kuwait