acmilan - Raffica Rebić

05.04.2020 13:47 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: App Ufficiale AC Milan
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
acmilan - Raffica Rebić

La sosta natalizia è stata una netta linea di demarcazione per Ante Rebić. Tra una stagione e l'altra. Perché il nazionale croato ha affrontato due stagioni in una: di ambientamento e di sfiducia fino a dicembre, di rilancio, entusiasmo e gol da gennaio in poi. Sul piano statistico, la sua raffica di gol, sei in campionato e uno in Coppa Italia nelle prime dieci partite del nuovo anno, è una performance di valore assoluto.

Nel nuovo millennio, meglio di lui hanno fatto solo Andriy Shevchenko nel passaggio dal 1999 al 2000 con sei reti in campionato e tre in Coppa Italia ed Hernan Crespo nei primi mesi del 2005 con sei reti in campionato e due in Champions League, entrambi contro il Manchester United.

Quel cambio di passo di Hernan Crespo, che aveva faticato per problemi fisici fino a novembre, ricorda sul piano della continuità e dei gol l'exploit di Ante Rebić. Un altro giocatore che non era presente nella prima metà della stagione e che poi, a inizio 2008, ha fatto furore, è stato Alexandre Pato: quattro gol pesanti prima dell'infortunio alla caviglia di Firenze.

Alle spalle della performance di Rebić con retti gol in 10 gare dall'inizio nel nuovo anno, ci sono fior di campioni nel nuovo millennio: Seedorf nel 2003 con quattro gol, Inzaghi in avvio di 2006 a quota cinque come Ibra nel 2011 e nel 2012, 4+1 per Balotelli nei primi mesi del 2014. Come Rebić, invece, a quota 7: Ronaldinho a inizio 2010 e Piątek a inizio 2019. Niente da dire, Ante in ottima compagnia.