ECA: "La riforma UEFA sarà di beneficio non solo per i top club"

21.05.2019 17:12 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di TUTTOmercatoWEB.com
ECA: "La riforma UEFA sarà di beneficio non solo per i top club"

Il comitato esecutivo dell'ECA si è riunito a San Pietroburgo il 20-21 maggio per discutere di alcune priorità, compresa la direzione futura delle competizioni UEFA per club. Ecco il comunicato stampa integrale emesso dall'Associazione dei Club Europei:

"L’ECA è composta da club di tutti i paesi europei che giocano regolarmente nelle competizioni UEFA per club e che pertanto condividono un interesse diretto per il loro sviluppo. Il nostro ruolo nel plasmare il futuro di queste competizioni è fondamentale.

Ci stiamo avvicinando al processo attualmente guidato dalla UEFA sul futuro delle competizioni per club con l’obiettivo di sviluppare una visione per un modello equo, equilibrato e rappresentativo che sarà di maggior beneficio per i club in tutta Europa, dal più piccolo ai più grandi club. La nostra convinzione fondamentale è che i club di tutti i paesi europei che sono abbastanza bravi da sviluppare e giocare regolarmente nelle competizioni europee dovrebbero avere la possibilità di farlo.

Crediamo in un ecosistema del calcio in cui possono svolgersi più partite di qualità sul palcoscenico europeo a tutti i livelli. Crediamo in una maggiore diversità e stabilità finanziaria in tutte le competizioni e nel migliorare la competitività dei team. Crediamo in una base più ampia e più profonda di club che competono e si sviluppano nel tempo, in modo che altri possano avanzare nei ranghi e competere per gli onori ai massimi livelli.

Pertanto, accogliamo e sosteniamo i principi dell’iniziativa di riforma della UEFA per garantire che le competizioni UEFA per club continuino a crescere e sviluppare la loro posizione come miglior sistema di calcio del mondo e per questo ci stiamo impegnando in modo costruttivo e proattivo con la UEFA.

Il Comitato esecutivo non vede l’ora di incontrare i membri dell’Eca nell’Assemblea generale speciale che si terrà il 6-7 giugno a Malta per discutere, condividere e scambiare opinioni sullo sviluppo delle competizioni UEFA per club dopo il 2024".